350 ATLETI DI 35 PAESI

Golf, due salernitani al Venice Open dedicato ai piccoli talenti

Comunicato Stampa
13 agosto 2022 12:21

327

SALERNO. Due salernitani parteciperanno al Venice Open,  uno dei più importanti eventi sportivi al Mondo dedicato ai ragazzi, organizzato da Us Kids Golf Italy: 350 atleti, 35 paesi, 3 giorni di gara su invito. A rappresentare la Campania, Raffaele Caianiello, 11 anni di Pontecagnano che già lo scorso anno conquistò il podio, nella categoria 9 anni invece ci sarà il Giovanni Paolo Marandino, che quest’anno si cimenterà sul percorso ufficiale di 18 buche. L’evento si svolgerà al Golf Club Montecchia e Frassanelle storici circoli della provincia di Padova. Il 17 ci sarà l’inaugurazione con la sfilata di tutte le nazioni presenti, mentre il 18, 19 e 20 si disputerà la gara su 54 buche, 18 al giorno.  Una gara difficile, basti pensare che nella categoria 9 anni, saranno presenti 30 atleti provenienti dai vari paesi, Australia, Germania, Stati Uniti, e solo 6 saranno gli italiani in gara. In entrambe le categorie Raffaele e Giovanni saranno gli unici golfisti di tutto il sud Italia  Due piccoli atleti, che già da diversi anni si cimentano su circuiti nazionali. Raffaele, è riuscito a conquistare diversi obiettivi anche nel ranking nazionale della Federazione nazionale Golf ( attualmente e terzo in Italia nella categoria 11 anni), conquistando spesso la medaglia d’oro. Entrambi i ragazzi sono allenati dal maestro federale Pasquale Schiavone, al Golf Club Salerno: “Il nostro circolo è molto attento ai più piccoli, il golf è uno sport che apre la mente e che consente di fare sport sempre a contatto con al natura e nel rispetto di essa. Forma il carattere e nello stesso tempo dà la possibilità di crescere e di costruirsi una carriera sportiva”. Soddisfatto il presidente della Federgolf Campania, Marco Ibello: “I nostri giovani sono il futuro del golf. I nostri circoli sono pronti ad accogliere tutti i ragazzi che vogliono avvicinarsi a questo sport che regala emozioni e soddisfazioni, consentendo anche di viaggiare e competere con i propri coetanei di tutta Italia”. I due ragazzi, perfettamente consapevoli che non si tratta di una sfida semplice hanno dichiarato: “Già il fatto di essere stati selezionati per partecipare per noi è una grande soddisfazione. Daremo il massimo, non sarà facile ma ci crediamo e ci proveremo con tutto l’entusiasmo possibile”. 

commenti
consigliati