VARIANTE IN CONSIGLIO

Capaccio Paestum, porto a secco a Licinella: ok dalla Conferenza di servizi

Alfonso Stile
27 settembre 2022 17:26

4823

CAPACCIO PAESTUM. Un porto a secco per natanti in località Licinella di Capaccio Paestum, allestito alla foce del corso d’acqua denominato Capodifiume nei pressi del Lido Marilena in Via dell’Amore (nella foto). Con apposita determina a firma del responsabile apicale dell’Area P.O. Attività Produttive, Antonio Rinaldi, giunge a positiva conclusione la Conferenza di servizi decisoria ai fini della realizzazione del progetto, connesso all’attività ‘La Rosa dei Venti’ dell’imprenditore Mario Gregorio, che già opera da anni nell’area con relative concessioni demaniali, marittime e fluviali. Si tratta di un molo con attracco sulla costa molto prezioso per imbarcazioni e moto d’acqua, strategico sia per i mezzi nautici in dotazione alle forze dell’ordine che per turisti e privati.

A corredo della determina la relazione dei tecnici incaricati dal Comune, i geometri Massimo Voria e Vincenzo Di Lucia, i quali, sulla scorta dei pareri rilasciati ed acquisiti dai numerosi enti preposti coinvolti, hanno ritenuto sussistenti “le condizioni affinché la pratica possa essere trasmessa al Consiglio comunale per la valutazione e la votazione di competenza”, ovvero per l'approvazione della relativa variante urbanistica.

Gregorio aveva presentato istanza per costruire il porto a secco, con strutture removibili, a fine 2019: dopo l’indizione per due volte della conferenza di servizi nel 2020, nel corso delle quali erano stati richiesti ulteriori integrazioni documentali, l’ente civico ne annullò la validità in autotutela. Di qui il ricorso accolto dal Tar del richiedente, rappresentato dall’avv. Simona Corradino, che lo scorso luglio ha sollecitato l’ente civico a provvedere alla chiusura del procedimento come imposto dalla sentenza.

commenti
consigliati