NOTA DEL SINDACO

Agropoli, martedì arriva Rinaldi: Mutalipassi spiega la 'rivoluzione'

Comunicato Stampa
01 ottobre 2022 18:38

3016

AGROPOLI. Prenderà servizio ufficialmente martedì mattina Antonio Rinaldi, neo comandante della Polizia Municipale di Agropoli. Con lui anche la dott.sa Valentina Nastari (istruttore direttivo di vigilanza categoria D) e l'arch. Giuseppe Pandelli (istruttore direttivo), tutti e tre provenienti dal Comune di Capaccio Paestum. Un triplice insediamento che rappresenta solo il preludio di una vera e propria rivoluzione, nell’organizzazione della pianta organica e degli uffici comunali, programmata dall’Amministrazione comunale retta dal sindaco, Roberto Mutalipassi (nella foto).

"In un'ottica di riorganizzazione degli uffici e in generale della macchina amministrativa, a breve provvederò a disporre atti formali che porteranno ad alcuni cambiamenti relativamente alle figure apicali del nostro Comune. Atti di ordinaria amministrazione, che costituiscono prerogativa di ogni sindaco (operati da tutti coloro che mi hanno preceduto, attraverso nomine che sono di tipo fiduciario) – spiega il primo cittadino di Agropoli in una nota ufficiale - al momento del mio insediamento, a giugno scorso, disposi una proroga fino al 30 settembre 2022, congelando la situazione in essere rispetto ai responsabili d’area. Queste settimane trascorse, aggiunte agli anni di esperienza vissuta quale assessore al Bilancio nella precedente consiliatura, mi hanno consentito di osservare e valutare. Ora mi appresto a prendere delle decisioni a consuntivo, che porteranno alla riorganizzazione”. 

“Ci tengo a chiarire che nessuno verrà licenziato (ovvio ma meglio precisarlo), ma semplicemente mi limiterò a rivedere alcuni ruoli. Certo sarebbe stato più facile non fare scelte e lasciare tutto come ho trovato, ad immagine di chi mi ha preceduto - conclude Mutalipassi - ma il sindaco è chiamato a farle, come a prendersi delle responsabilità e io me le assumo tutte. Ma consentitemi: le scelte vanno giudicate a posteriori e mai a priori. Sarà il tempo a dire se sono state giuste o sbagliate".

commenti
consigliati