NOTA STAMPA

Albanella, polemica politica: replica di Lopomo alla Cammarano

Comunicato Stampa
30 novembre 2022 08:31

1877

ALBANELLA. Non si placa lo scontro politico, ad Albanella, in merito ai rischi idrogeologici sul territorio e la crescente preoccupazione della comunità locale al riguardo. Impazza la polemica dopo la mancata convocazione di un Consiglio comunale straordinario sulla questione, richiesto dai consiglieri Giuseppe Capezzuto e Maria Teresa Cammarano, che hanno poi protocollato al sindaco, Renato Josca, un’interrogazione a risposta scritta, in merito alla mancata manutenzione dei ponti che attraversano il torrente Malnome, accusando il primo cittadino e la sua Amministrazione di irresponsabilità sulla grave problematica che affligge il territorio albanellese. Ne è seguita una serie di risposte, a mezzo stampa e social, da parte di alcuni componenti dell’attuale maggioranza. Riceviamo e pubblichiamo, al riguardo, la seguente nota stampa inviata, alla nostra redazione, dal sig. Carmine Lopomo.

È vero che alla Signora Cammarano non gli è stata data più la possibilità di amministrare, ma è anche vero che la strada dell’eutanasia è stata presa dalla sua stessa compagine politica cosciente del fatto che non esistevano più i presupposti per continuare progetto “Uniti per Albanella“. Numerosi sono stati i campanelli di allarme durante il vostro mandato ad attenzionare un po' tutti sulle vostre capacità di amministrare, basta solo pensare alle famose dimissioni del Sindaco successivamente ritirate, senza portare a conoscenza delle reali motivazioni di determinati comportamenti manco le stesse persone che vi hanno sostenuto, la presa di posizioni del vostro stesso presidente del consiglio prendendo le distanze dalla vostra stessa amministrazione, le dichiarazioni pubbliche del vicesindaco che reclamava la mancanza di considerazioni delle vostre proposte da parte del sindaco, la situazione del famoso progetto MGM S.r.l. che non avete ereditato da nessuna amministrazione precedente, ma bensì avete creato stesso voi e per il quale non siete stati neanche capaci di rappresentarci alla Regione Campania visto che l’allora sindaco si assentò perfino alle conferenze di servizio, dopo il lungo periodo di pandemia, alla ripresa dell’anno scolastico, la sera prima vengono avvisate le mamme che non eravate in grado di garantire il trasporto scolastico, eppure avete avuto tutto il tempo per potervi organizzare, nulla ha scosso le vostre coscienze manco quando il Comune fu denunciato per illecite pressioni da parte di qualche componente della amministrazione per assunzioni di favore presso la SRA, per non continuare a citare altri eventi che non poco hanno turbato la popolazione.

In tutto questo magnum di vicende avevate anche la famosa situazione ereditata per la quale ne eravate coscienti, vi siete proposti ed avete addirittura proposto soluzioni efficaci. Adesso è troppo facile volere fare chiarezza e reclamare la stessa situazione per la quale non siete stati capaci di far fronte, adesso dopo già averla sventagliata in campagna elettorale a maggio 2019, volete sventagliarla anche nel 2022? State inconsapevolmente ammettendo il vostro fallimento amministrativo perché se avete ereditato il paese con una situazione critica, oggi grazie a voi la situazione è peggiorata in maniera palese, in quanto per arrivare a pignoramenti evidentemente nulla è stato fatto da parte vostra per evitare l’aggravio di ulteriori spese ai danni dei cittadini. A suo dire “Attraverso il ruolo di consigliere di opposizione voglio dare alle persone la possibilità di capire e reagire “con questa affermazione lei sta insultando la popolazione, perché i cittadini hanno ben chiaro tutto il macello creato, ma per una questione di onestà intellettuale aggiunga anche gli anni in cui ha amministrato Giuseppe Capezzuto e nei conti inserisca pure il famoso risarcimento che oggi i cittadini devono pagare di circa cinquecentomila euro per inerzia ammnistrativa. Per quanto mi riguarda, mentre tutto ciò accadeva lei era evidentemente distratta dalla sua candidatura alla regione Campania. In ultimo ci tengo a precisare che le uniche volte che ho scritto sotto suggerimento risale al periodo della scuola elementare per le letterine di Natale. È giusto concludere per potarla a conoscenza che non sono legato a nessuna compagine politica attuale né tanto meno precedente. La smetta di strumentalizzare un cittadino che reclama i risultati del suo operato, perché visto i risultati, aldilà dele chiacchiere, allo stato dello scenario attuale sono e restano sempre fallimenti.

commenti
consigliati