Bcc Capaccio: Banca d'Italia impone elezioni

Redazione
27 luglio 2010 13:44

2886

Bcc_Capaccio_sede

 

Secondo indiscrezioni, la Banca d’Italia avrebbe intimato al Consiglio d’Amministrazione della Bcc di Capaccio Paestum di indire nuove elezioni entro 60 giorni, auspicando un “ampio rinnovo dei vertici aziendali”. Il provvedimento operativo, sarebbe pervenuto ieri mattina presso la sede centrale di Capaccio Scalo. La notizia, che ha fatto subito il giro della città dei Templi, dove la Bcc di Capaccio Paestum è un punto di riferimento prezioso ed importante per moltissimi imprenditori, aziende e privati cittadini, è stata accolta come una doccia fredda e con diffuso dispiacere, in virtù dell’attenzione ed il sostegno alla locale comunità assicurato in questi anni dall’istituto di credito capaccese, che vanta ben 6 filiali sul territorio (Capaccio Capoluogo, Roccadaspide, Matinella, Paestum, Trentinara ed Eboli) oltre alla storica sede centrale in Via Magna Graecia a Capaccio Scalo. Il Consiglio d’Amministrazione della Bcc di Capaccio Paestum è attualmente costituito dal presidente Enrico Di Lascio, dai vicepresidenti Damiano D’Angelo e Cosimo Capo, nonché dai consiglieri Ferdinando Angarola, Giuseppe Bruno, Vincenzo Di Lucia, Giuseppe Greco, Alessandro Petraglia, Pasquale Sabia, Gerardo Sica, Antonino Voza, Benedetto Voza e Antonio Petraglia. Le elezioni per il rinnovo del Cda si sarebbero dovute tenere, come da statuto, ad aprile 2011. Intanto, per la corsa alla poltrona di presidente circolano già alcuni nomi: oltre a quello del presidente uscente Enrico Di Lascio, anche quello dell’ing. Rosario Pingaro, dell’avv. Giuseppe Guglielmotti e del dott. Giuseppe Bruno. Il nuovo Cda eletto dai soci sarà anche chiamato a pronunciarsi sulla riconferma, o meno, dell’attuale direttore Bruno Covone.

commenti
consigliati