Puc, Ragni: "Aspettiamo che ci denunzino"

Comunicato Stampa
02 dicembre 2010 10:32

1434

 

Nicola_Ragni1

 

CAPACCIO. Continua lo scontro frontale sul Puc a Capaccio Paestum. Nuove accuse al vetriolo all’Amministrazione civica retta dal sindaco Pasquale Marino, infatti, vengono rivolte e diffuse a mezzo stampa ed attraverso manifesti dal capogruppo Udc, Nicola Ragni (nella foto in alto), e dal capogruppo Pdl, Giuseppe Troncone (nella foto in basso).

“L’Amministrazione comunale di Capaccio, relativamente al PUC, continua nella sua opera di mistificazione della realtà, scientificamente voluta per nascondere le reali magagne che sono alla base di questo pseudo strumento urbanistico. Il portavoce dell’Amministrazione comunale, per nascondere gli interessi propri e dei suoi colleghi amministratori, come specchietto per le allodole magnifica i riflessi che il Puc avrà sulle strutture ricettive del territorio, senza rendersi conto che, ormai, nessuno gli crede più, che il gioco è stato scoperto, che i cittadini hanno ormai capito a chi realmente serve questo Puc che, così com’è concepito, non verrà mai approvato. Uno strumento urbanistico nato con tutte le buone intenzioni di dare un nuovo volto alla nostra città, ma diventato, con il passare del tempo ed a causa delle manipolazioni continue, esclusivamente strumento per portare benefici alle proprie terre, ai propri familiari, ai propri parenti”.

Ragni e Troncone annunciano, inoltre, di aver formato un pool di tecnici per esaminare la veridicità catastale delle illazioni contenute in un esposto firmato e pervenuto in comune nei giorni scorsi: Noi ci aspettiamo una denunzia per diffamazione. Se non ci arriva, significa che quello che diciamo è vero, e chiederemo ufficialmente al portavoce dell’Amministrazione di dare le dimissioni da Consigliere comunale, qualora le cose ipotizzate nell’esposto giunto al Comune fossero vere. In tal caso, non avrebbe più diritto a ricoprire tale ruolo”.

“Invitiamo quei consiglieri e quegli assessori che hanno a cuore le sorti del territorio, a prendere coscienza di quello che stanno facendo - concludono Ragni e Troncone - si fermino fino a che sono ancora in tempo. Non lo facciano per paura, lo facciano per convinzione e per serietà. Dote, quest’ultima, che da troppo tempo manca nell’Amministrazione comunale di Capaccio”.

 

Per il gruppo consiliare PDL –  Il Capogruppo Giuseppe Troncone

Per il gruppo consiliare UDC – Il Capogruppo Nicola Ragni

 

Giuseppe_Troncone

commenti
consigliati