Rifiuti, Camera apporva decreto in Campania

Redazione
21 gennaio 2011 12:50

862

E’ stato approvato, nella giornata di ieri, il decreto legge sui rifiuti in Campania che contiene, tra l’altro,le disposizioni relative al subentro delle amministrazioni locali nella gestione del ciclo integrato della raccolta e stoccaggio dei rifiuti. Dopo il sì di ieri al Senato, 329  sì, 187 no e tre astenuti sono i numeri che hanno permesso al testo di passare. In merito all'approvazione definitiva è intervenuta anche il ministro dell' Ambiente, Stefania Prestigiacomo, che in un  nota ha evidenziato la necessità di riportare la situazione ad  una "normalità" efficiente e condivisa.

Le modifiche al testo del decreto sulla gestione dei rifiuti in Campania introducono novità interessanti, tra queste l’inserimento del reato penale di abbandono dei rifiuti per strada e l’esclusione di Valle della Masseria a Serre dall'elenco delle discariche da realizzare. Nel frattempo le cave dismesse di proprietà dello Stato saranno adibite a siti di stoccaggio, e su richiesta del Pd è stata cancellata dalla legge 123/2008 anche la Cava Mastroianni a Caserta. Iter accelerato per la costruzione dei termovalorizzatori e possibilità per il presidente Caldoro, in caso di criticità, di utilizzare i circa 150 milioni di fondi Fas, per realizzare piccoli impianti di trattamento; il presidente della Regione, sentiti le province e gli enti locali interessati, potrà nominare i commissari straordinari con adeguate competenze tecnico-giuridiche per agire in materia di appalti pubblici e di valutazione di impatto ambientale per garantire la realizzazione urgente degli impianti.

commenti
consigliati