Albanella, Consiglio boccia progetto per impianto rifiuti

Redazione
04 marzo 2011 15:25

1020

“Chiediamo all’intero Consiglio Comunale di approvare una delibera in cui si vieti espressamente l’ampliamento e l’insediamento di nuove attività insalubri di prima classe, in zone residenziali del comune di Albanella, eliminando la dizione “limitare il più possibile”: a richiederlo è il parroco della Chiesa di San Gennaro di Matinella, Don Carlo Ciocca, in una lettera aperta indirizzata al Consiglio comunale, riunitosi martedì scorso con all’ordine del giorno l’approvazione della suddetta delibera relativa ad integrazione degli indirizzi di redazione del PUC. Una battaglia vinta quella di Don Carlo, accolta dall’assise civica che non ha approvato il deliberato.  

La richiesta era stata sottoscritta da oltre 800 aderenti al Comitato “Divieto di ampliamento e insediamento di nuove attività insalubri, in zone residenziali del Comune di Albanella, “al fine di meglio tutelare il territorio e la salute dei nostri concittadini”.

Don Carlo, inoltre, ha invitato l’Amministrazione comunale a verificare, unitamente ai proprietari di aree industriali in aree residenziali, la possibilità di cambi di destinazione d’uso nella redazione del nuovo P.U.C., “così otterremmo vantaggi per l’intera collettività”.

commenti
consigliati