Truffe online, nei guai impiegato comunale di Eboli

Redazione
08 marzo 2011 12:57

913

Truffe on line. Anche un impiegato comunale ebolitano nel mirino della procura di Roma che sta conducendo le indagini su un raggiro attuato attraverso carte di credito false. Per il momento nessuna iscrizione nel registro degli indagati per il 41enne in servizio al comune di Eboli. Nei suoi confronti la Procura romana ha emesso, nei giorni scorsi, solamente un decreto di perquisizione, eseguita a casa dell’uomo dai carabinieri del comando Roma Piazza Venezia. Largo il giro di truffe messe in atto  su internet ed altrettanto rilevante il numero di utenti raggirati. Le indagini dovranno ora accertare se sia stato proprio l’impiegato comunale a immettere sul web le inserzioni riguardanti locazioni immobiliari e compravendite di telefonini, consolle e materiale multimediale in genere. I prezzi? Imbattibili. Per questo tantissime sono state le adesioni di utenti da mezza Italia, che per bloccare il prezzo provvedevano a versare un acconto piuttosto consistente su un apposito conto corrente. Una volta prelevati i soldi, ogni contatto veniva interrotto. Conto bancario e numeri telefonici, usati per la truffa, sono stati attivati, naturalmente, fornendo false generalità. Uno solo il regista della truffa che, a quanto sembra, sarebbe proprio il 41enne ebolitano. Starà ora alle indagini verificare l’attendibilità delle segnalazioni pervenute agli inquirenti dagli utenti raggirati.

commenti
consigliati