RINTRACCIATO DAI CARABINIERI

Vallo, furto tesoro di San Pantaleone: arrestato in Romania sesto componente della banda

VALLO DELLA LUCANIA. Arrestato, in Romania, un altro componente della banda che, lo scorso febbraio, a Vallo della Lucania, aveva messo a segno il clamoroso furto del tesoro di San Pantaleone, composto da oggetti in oro ed ex voto del valore di circa 100mila euro. A finire in manette è stato il 26enne Bala Nelu: il giovane era stato indagato dalla Procura vallese, lo scorso marzo, pochi giorni prima del blitz dei carabinieri della locale Compagnia, agl'ordini del cap. Mennato Malgieri, che portò all’arresto, nell’ambito dell'indagine 'Santo Patrono', di altri 5 giovani componenti della banda (il 32enne Angel Calin, il 22enne Florin Vandan Silaghi, il 33enne Marius Cutitar, il 20enne Andrei Ciprian Lacatus e il 30enne Calin Ciurarche avevano messo a segno il clamoroso furto: in manette finirono 5 pregiudicati rumeni, due dei quali rintracciati in provincia di Cosenza, dove avevano cercato di piazzare parte della refurtiva ad un compro oro locale, con i carabinieri che riuscirono ad identificare le tre vetture utilizzate dai malviventi ed a rintracciarli fino in Romania, dove avevano fatto rientro subito dopo il colpo. Il furto fu messo a segno la notte del 1° febbraio scorso: la banda aveva pianificato tutto nei minimi dettagli, effettuando anche un sopralluogo alcuni giorni prima del furto, disinnescando poi l’impianto di allarme della cattedrale di Vallo della Lucania, fino a bucare i pneumatici delle auto parcheggiate, nell’antistante piazzale, per evitare di essere inseguiti durante la fuga.

commenti