RUMENA UBRIACA AL VOLANTE
GUARDA
IL SERVIZIO

Frontale a Matinella, feriti cinque camerieri 18enni di Battipaglia: uno è grave

ALBANELLA. Pauroso incidente stradale sulla SP11a che, da Ponte Barizzo, conduce alla frazione Matinella di Albanella: feriti cinque giovanissimi di Battipaglia, uno dei quali in gravi condizioni.
Il sinistro è avvenuto intorno alle ore 4:00 di stamane. Due le auto coinvolte, scontratesi frontalmente: si tratta di una Fiat Seicento e di una Fiat Punto, quest’ultima ribaltatasi più volte sulla carreggiata prima di finire in podere, capovolta, dopo aver sfondato il guardrail (nelle foto).
A bordo cinque camerieri, tutti 18enni, amici fra loro e residenti a Battipaglia: stavano ritornando a casa al termine di un ricevimento presso la tenuta ‘Tana di Volpe’, nota residenza di lusso della zona riservata alla banchettistica.
Per cause ancora da accertare, la vettura si è schiantata con la Seicento, guidata da una donna di nazionalità rumena, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di alcool, uscita illesa dall’abitacolo. La Punto, invece, è finita nel podere a circa 50 metri di distanza: i cinque ragazzi sono riusciti a venirne fuori anche grazie all’aiuto di una guardia giurata della società di vigilanza ‘La Torre’ di Agropoli, che ha dato immediatamente l’allarme.
Sul posto sono giunte tempestivamente quattro ambulanze da Capaccio Paestum (rianimativa della Croce Azzurra, due medicalizzate della Croce Rossa e una dell’Asi di Piazza Santini) ed una da Agropoli (medicalizzata della Croce Bianca), unitamente ai vigili del fuoco del distaccamento di Eboli, diretti dal caposquadra Germano Polverino. I cinque ragazzi, sotto choc per l’accaduto, sono stati trasportati agli ospedali di Eboli, Battipaglia, Roccadaspide e Vallo della Lucania, con politraumi vari: il più grave è il 18enne C.B., che ha riportato gravi ferite ad una gamba ed al torace.
Rilievi del sinistro eseguiti dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, diretti dal m.llo Luca Fortunato, con il coordinamento della Compagnia di Agropoli, comandata dal cap. Francesco Manna.

commenti