DAL 14 AL 16 LUGLIO

Paestumanità, quarta edizione di 'Festambiente' nell'oasi dunale di Legambiente

CAPACCIO PAESTUM. Ritorna con la 4^ edizione 'Festambiente Paestumanità - festival di ecologia, arte, solidarietà', in programma dal 14 al 16 luglio sulla costa di Capaccio Paestum, nell’Oasi Dunale di Legambiente.

Si inizia venerdì 14, a partire dalle ore 10, con Artecologia, che come dichiara Gerardo Sinatore il curatore artistico “…è un richiamo alla coscienza ambientalista e nasce da una sintesi estetica tra medium espressivo, luogo e tempo”. Per l’artista Lello Ronca, che sarà presente per la quarta volta alla manifestazione, “…si tratta di un’esperienza in evoluzione che coinvolge sempre più artisti noti anche a livello nazionale, i quali relazionandosi con il luogo riescono a creare grandi opere”.

La Festambiente porrà l’accento su due tematiche di grande interesse ed attualità: l’accoglienza, con la conversazione tematica: “Insieme senza muri” venerdì alle 19 e il consuno di suolo, con l’altra conversazione prevista per sabato, sempre alle 19, che vedrà confrontarsi tra gli altri il sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo; il Direttore del Parco Archeologico, Gabriel Zuchtriegel; il docente di Progettazione Urbanistica, Francesco Moccia, dell’Università Federico II di Napoli; il responsabile del circolo Legambiente pestano, Pasquale Longo.

Le giornate del festival saranno animate dalla presenza dei volontari che partecipano al progetto Custodi di bellezza nella Campania sostenibile. Saranno inoltre presentate e raccontate esperienze come il progetto dei Funky Tomato che coltiva, raccoglie e imbottiglia pomodoro a filiera partecipata. Il progetto Breath per la riforestazione del monte Olivella di Sapri. Il progetto Pianta. Pedala. Suona ideato da Legambiente Paestum e sostenuto dal CSV Sodalis. Il progetto Riciclo, Recupero, Riuso, del CEA Torre Laura e della Regione Campania, finalizzato al riciclo creativo e ad una corretta gestione della raccolta differenziata rivolto alle comunità dei centri di accoglienza del territorio e ad alcune scuole.

Non mancheranno i momenti di socialità e condivisione con giochi per bambini in spiaggia nell’ambito della campagna RiciclaEstate, Yoga in spiaggia, la proiezione del docufilm “Un paese di Calabria” il concerto dei Fanfara Station e la performance teatrale “i semi del suicidio” tratta dall’omonimo libro di Vandana Shiva.

“L’Oasi Dunale di Paestum - dice Michele Buonuomo, presidente regionale della Legambiente - si conferma punto di riferimento per le buone pratiche e laboratorio di idee in cui si analizzano e si propongono soluzioni su temi d’attualità per restituire qualità ai nostri territori”.

Link programma completo: https://issuu.com/legambientepaestum/docs/programma_festambiente_2017

commenti