AUTOVELOX BANCOMAT

Albanella, in lacrime per maxi multa da 547 euro: “Il Comune si è preso la mia 13esima”

Alfonso Stile
09 gennaio 2018 10:12

7588

14

70

ALBANELLA. Quando si è visto recapitare il verbale a casa, non credeva ai propri occhi: ben 547 euro (nella foto)! Una maxi multa elevata dall’infernale ‘Scout Speed’ fortemente voluto dal sindaco di Albanella, Renato Josca, ufficialmente per garantire maggiore sicurezza sulle strade cittadine. Ma il basso limite di velocità (50 km/h) imposto sulle strade provinciali, dove entra ogni giorno in azione l’auto civetta con lo 'Scout Speed' in uso alla polizia municipale, ha trasformato il dispositivo mobile in un vero e proprio bancomat per le esigue casse comunali.
In lacrime, il giovane che ha ricevuto la multa racconta la vicenda alla nostra redazione: “Pensavo fosse un errore, un calcolo sbagliato… lavoro duramente ogni giorno, mi spacco le ossa, ed il Comune di Albanella si è preso la mia tredicesima”.
La strada è sempre la stessa, ovvero la famigerata SP11 dove l’ente comunale sta massacrando pendolari, operai ed allevatori, soprattutto di sera, quando tornano a casa dalle loro famiglie, stanchi dopo una giornata di lavoro. Dal verbale si evince che il giovane automobilista viaggiava a 95 km/h, ovvero 45 km/h oltre il limite indicato dai cartelli. “Forse potevo andare più piano, ma non è una velocità folle! Ma come si fa a mettere il limite di 50 km/h su quella strada, è una trappola per tutti” si sfoga il ragazzo.
A pizzicare gli automobilisti, come detto, l’auto civetta (una Punto Bianca targata FK549DJ) difficilmente riconoscibile, noleggiata a suon di euro (soldi degli stessi cittadini) dall’Amministrazione comunale dalla medesima società che gestisce lo spietato sistema di rilevazione delle infrazioni, che nella maggior parte dei casi ‘becca’ chi viaggia poco sopra il limite, tra il 60-70 km/h, con multe però salatissime.
Un sistema che, secondo il dossier presentato al ministro Minniti e all’Autorità Anticorruzione dall’associazione ‘Noi Consumatori’ di Castellabate, violerebbe la vigente circolare ministeriale sul corretto utilizzo degli autovelox fissi e mobili.

commenti