KILLER ANCORA SENZA VOLTO

Omicidio Vassallo, nuova inchiesta: Damiani estraneo, spacciatori nel mirino

Redazione
13 aprile 2018 10:10

623

0

1

POLLICA. Proseguono le indagini sull’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo. Esce di scena Bruno Humberto Damiani, indiziato numero uno del delitto per 8 anni, ma recentemente il brasiliano è stato dichiarato estraneo ai fatti dall’Antimafia, tanto da chiedere ed ottenere l’archiviazione: ma ci sono altri indagati, e gli inquirenti ripartiranno proprio da loro, dai trafficanti di droga. Dunque, anche se l’inchiesta è chiusa per decorrenza dei termini, non prorogati, si apre un altro fascicolo per cercare di far luce sul brutale assassinio del sindaco pescatore. Al centro, lo spaccio di stupefacenti nel Cilento, sul quale si concentreranno ora tutti gli sforzi della magistratura per cercare di dare un nome e un volto al killer. Un nuovo filone appena iniziato e tutto da srotolare, ma nel mirino sarebbero finiti almeno tre spacciatori napoletani. Dagli accertamenti dell’epoca, si evinse che Vassallo parlò con il suo assassino, in quanto l’auto all’interno della quale fu rinvenuto il suo cadavere crivellato di colpi di pistola, mai trovata, aveva il finestrino del lato guidatore abbassato e le chiavi inserite nel cruscotto a motore spento.

commenti