CONTROLLI DELLA POLIZIA

Eboli, ambulanti durante il concerto della Nannini: numerose sanzioni

Comunicato Stampa
23 aprile 2018 15:50

573

0

3

SALERNO. Personale della Polizia di Stato della Squadra Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Salerno nei decorsi giorni ha effettuato un serie di controlli ad esercizi pubblici in questo capoluogo nonché ad armerie ed istituti di vigilanza in provincia.
Nel corso del servizio venivano controllati n. 6 esercizi pubblici di bar e n. 2 armerie, n. 1 istituto di vigilanza privata nonché l’attività di intrattenimento relativa al concerto di Gianna Nannini presso il Palasele di Eboli.
Dai controlli suddetti emergevano le seguenti violazioni:
1) Al titolare di un esercizio di bar veniva contestata l’effettuazione di esecuzioni musicali oltre l’orario consentito dalla normativa vigente in materia di emissione sonore. (sanzione amministrativa di Euro 1000,00 ai sensi dell’art.10 comma 3° della Legge 447/1995);
2) Al titolare di un esercizio di bar veniva contestata la gestione senza aver provveduto a volturare la licenza di somministrazione (sanzione amministrativa di Euro 5000,00 ai sensi art.64 commi 1 e 9 del Decreto Legislativo 26.03.2010 n.59 in relazione all'art.10 della Legge 25.08.1991 n.287);
3) Al titolare di un esercizio di bar veniva contestata la preparazione e somministrazione di alimenti di ristorazione senza licenza e la prescritta autorizzazione (sanzione amministrativa di Euro 5000,00 ai sensi art.64 commi 1 e 9 del Decreto Legislativo 26.03.2010 n.59 in relazione all'art.10 della Legge 25.08.1991 n.287) nonché l’occupazione abusivo di suolo pubblico (sanzione amministrativa di Euro 169,00 ai sensi art.20 del Codice della Strada;
4) Il titolare di un istituto di vigilanza è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’art.17 del T.U.L.P.S. (R.D. 18.06.1931 n.773), in relazione all’art. 5 del R.D.L. 26.09.1952 n. 1952 per le infrazioni all’allegato D del D.M. 01.12.2010 n. 269 in quanto non rispettava le suddette disposizioni di legge riguardanti la gestione del personale g.p.g. degli istituti di vigilanza privata;
5) Il titolare di un’armeria è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’art.55 del T.U.L.P.S. (R.D. 18.06.1931 n.773), per irregolare tenuta dei registri relativi ad armi e munizioni;
6) Il titolare di un’armeria è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’art.20 della legge 18.04.1975 n.110 per non aver rispettato le prescrizioni di sicurezza volta ad impedire il furto delle armi detenute per la vendita in armeria.
Per le violazioni accertate verranno richiesti i provvedimenti sanzionatori sulle licenze delle attività alle Autorità che le hanno rilasciate.

commenti