AL 72^ FESTIVAL DEL CINEMA

Salerno, 'Premio Miglior Regia' per il documentario di Francesco Gagliardi

Comunicato Stampa
04 dicembre 2018 16:30

213

0

1

SALERNO. Il Documentario “Mediterranean diet example to the world” di Francesco Gagliardi, vince il “Premio Miglio Regia” nella sezione Discovery Campania, al 72° Festival Internazionale del Cinema di Salerno. Dopo essere stato inserito nella Digital Video Library della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ed essere stato proiettato alla XX Edizione del Napoli Film Festival, arriva anche il prestigioso riconoscimento nella patria tanto cara al regista Francesco Gagliardi, originario di questo territorio. Nella giornata di venerdì 30 Novembre il documentario è stato proiettato al Cineteatro Augusteo di Salerno, alla presenza di esponenti dei comuni campani, del regista e della produttrice. L’Opera, prodotta da Stefania Capobianco in collaborazione con Rai Cinema, oltretutto vanta di una selezione ai David di Donatello, della proiezione nella sede centrale dell’Unesco a Parigi e all’Istituto italiano di Santiago del Cile, durante le giornate dedicate alla “Settimana della cucina italiana nel mondo”, iniziativa promossa dal Ministero degli Esteri.
La trama racconta, mediante la brillante interpretazione di Franco Nero, colori e sapori della dieta mediterranea, stile di vita famoso in tutto il mondo. Si tratta di un viaggio poetico raccontato attraverso gli occhi e le parole di un vecchio saggio che, dopo aver vagato per il mondo e aver visto un’umanità abbruttita dalla fame e dalla miseria, ritorna in Italia, nella sua terra natia, il Cilento. Ed è proprio qui che con la sua saggezza, ci farà conoscere la patria della dieta mediterranea, stile di vita proclamato il 16 novembre 2010 a Nairobi dall’UNESCO, “Patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.
La combinazione che unisce la profonda tematica e la bellezza della cornice rende quest’opera un gioiello del panorama culturale nazionale ed internazionale che ha valso all’opera il Primo premio al Festival di Salerno.

commenti