NOTA STAMPA

Capaccio, caso Paistom: solidarietà agli operai dal candidato sindaco Marino

Comunicato Stampa
27 febbraio 2019 12:24

1068

CAPACCIO PAESTUM. Caso licenziamenti alla Paistom. Riceviamo e pubblichiamo, integralmente, la seguente nota stampa inviata, alla nostra redazione, dalla segreteria politica del candidato sindaco, Pasquale Marino.

Alla luce della grave crisi che investe la Paistom, e il correlato pericolo di perdita del lavoro per alcuni dipendenti addetti ai servizi comunali, manifesto la mia solidarietà ai dipendenti della società Tempor che opera in somministrazione.
La causa della crisi è ascrivibile allo squilibrio di cassa del Comune che è attestato, oggi, in una esposizione debitoria corrente, verso fornitori, di circa 12 milioni ed una anticipazione di cassa al massimo consentito di circa 6 milioni di euro. Tra i creditori anzidetti vi è l’azienda Paistom, alla quale il Comune deve trasferire, conformemente agli stanziamenti di bilancio circa 2,5 milioni di euro. Il mancato trasferimento non consente alla Paistom di onorare il pagamento dell’importo di 2,5 milioni dovuto alla Tempor: questa è la reale situazione.
Sono stato e rimango sempre vicino agli interessi dei lavoratori. Ne è conferma che al primo punto del programma ho previsto il mantenimento dei livelli occupazionali. Per l’attuale precaria situazione che mette a rischio gli attuali livelli lavorativi, confido nella professionalità del Commissario e auspico che assuma provvedimenti di natura finanziaria, anche attraverso il ricorso ad anticipazioni finanziarie presso la Cassa Depositi e prestiti. Ciò consentirebbe di fare dei trasferimenti parziali, alla Paistom, che potrebbe così concordare con la Tempor un piano di rientro per il restante debito.
Auspico che si attivino anche altre iniziative attraverso una ridefinizione tecnica – operativa del piano industriale della Paistom, finalizzato alla razionalizzazione dell’impiego dei lavoratori nei vari servizi. In caso di mia vittoria elettorale i miei esperti hanno già predisposto il nuovo piano industriale e il rilancio della Paistom.

commenti
consigliati