APPELLO DEL COMMISSARIO

Elezioni Consorzio Paestum, sanare tributi per votare: tempo fino al 30 aprile

Alfonso Stile
24 aprile 2019 11:37

1670

0

17

CAPACCIO PAESTUM. Elezioni per il rinnovo del Consiglio di deputazione del Consorzio Bonifica di Paestum e nomina del nuovo presidente: scade il 30 aprile prossimo il termine ultimo per sanare le proprie pendenze al fine di esercitare il diritto al voto. Per poter votare, infatti, ciascun consorziato deve essere in regola con il pagamento dei tributi consortili, comprese le rateizzazioni, pena l’esclusione.
“Auspico che le prossime elezioni al Consorzio Bonifica di Paestum avvengano in un clima di serenità dettato da un’ampia e democratica partecipazione dei consorziati, che invito a recarsi presso i nostri uffici per sistemare eventuali pendenze tributarie arretrate al fine di poter votare liberamente”: questo l’appello lanciato dal commissario straordinario, Antonio Pagano, attraverso StileTV.
Il Consorzio Bonifica di Paestum, con delibera n. 56 del 15.03.2019, ha indetto le elezioni per il rinnovo degli organi amministrativi, fissandole per il giorno 30 giugno 2019.
I consorziati, dunque, saranno chiamati alle urne dopo circa tre anni di commissariamento, dovuti alle note vicende inerenti la scorsa tornata elettorale, culminata con l’annullamento della stessa a seguito di ricorsi alla magistratura inoltrati da utenti che ritenevano non corrette le procedure propedeutiche all’indizione delle elezioni: nello specifico, si contestava l’aver concesso la possibilità di essere ammessi al voto pur pagando il solo onere irriguo, nonché la possibile ‘duplicazione’ del voto dovuta all’iscrizione, nel catasto consortile, sia dei proprietari terrieri che versano il tributo di bonifica che degli affittuari eventualmente obbligati, per contratto, a versare l’onere irriguo.
Onde evitare potenziali nuove contestazioni nel futuro, il commissario Pagano ha provveduto a scogliere le riserve al riguardo, effettuando i seguenti adempimenti:
- integrazione del vigente Piano di Classifica con l’inserimento dei comuni di Ogliastro, Cicerale e Roccadaspide;
- richiesta d’interpretazione, alla Regione Campania, su alcuni quesiti in riferimento alle iscrizioni dei proprietari e affittuari.
Avendo ottenuto al riguardo, dai preposti organi regionali, la regolare approvazione del Piano di Classifica integrato e le necessarie disposizioni in merito ai quesiti posti dall’ente di bonifica pestano sugli aventi diritto al voto, il commissario Pagano, nel pieno rispetto di quanto chiestogli dalla Giunta Regionale al momento del conferimento del mandato pro tempore a reggere le sorti dell’Ente, ha ritenuto doveroso indire subito le elezioni per il rinnovo del Consiglio di deputazione e la conseguente nomina del nuovo presidente, anche e soprattutto nel rispetto dei consorziati, ritenuti dallo stesso “i veri attori/proprietari del Consorzio”.

commenti
consigliati