15 GIUGNO

Battipaglia, appuntamento con la ‘Tavolata italiana senza muri’

Comunicato Stampa
11 giugno 2019 12:51

448

BATTIPAGLIA. L'Italia si siede a tavola nei luoghi simbolo delle città e delle cittadine italiane per ribadire che nel nostro Paese nessuno è escluso. E Battipaglia è una delle prime città d’Italia ad aver aderito all’iniziativa che già da questa prima edizione si annuncia di grande successo. Grazie alla pronta adesione e al lavoro di organizzazione degli scout del M.A.S.C.I. (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) Comunità Battipaglia 2 d’intesa con il M.A.S.C.I. Regione Campania Battipaglia 2 e con il patrocinio della Città di Battipaglia – Medaglia d’argento al Merito Civile, cui si stanno entusiasticamente aggiungendo altre associazioni.
Vediamo di cosa si tratta: l’iniziativa è appunto incentrata su una tavolata senza muri, che stavolta assume dimensioni nazionali, dopo la “prima” realizzata lo scorso 20 ottobre a Roma in via della Conciliazione, co-organizzata dal Municipio I - Centro Storico e FOCSIV con promotori FERPI Federazione Italiana delle Relazioni Pubbliche, INTERSOS e da MASCI Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani. A quell’evento parteciparono circa un migliaio di persone e aderirono 109 Associazioni.
Per l’edizione nazionale, in programma sabato 15 giugno 2019, saranno 25 le città che contemporaneamente, alle 12.00, siederanno in un’unica immensa tavolata con le stesse modalità organizzative ed un obiettivo comune: quello di sottolineare che non tutti i cittadini sono dalla parte del razzismo e dell’esclusione, ma che, al contrario, molti sono a favore del dialogo e della solidarietà con chi ha meno e con chi cerca lontano dalla propria patria una possibilità di vita migliore.
Le venticinque tavolate saranno allestite in luoghi simbolo delle città partecipanti, come è stata appunto via della Conciliazione a Roma. A Battipaglia gli scout del MASCI hanno scelto piazza Petrone, “la piazza delle comprese e del Santuario”, che quest’anno ha ancora maggior valenza simbolica, ricorrendo il bicentenario dell’inizio ufficiale del culto della Madonna della Speranza, a pochi giorni dall’apertura dell’anno Santo straordinario, dedicato a questa significativa ricorrenza. Il gesto altamente simbolico della condivisione del medesimo cibo si concretizza nel cuore della città nel punto in cui duecento anni fa la comunità che andava prendendo forma, incontrava la sua patrona. Sono previsti duecento commensali, senza distinzione di classe, provenienza, religione, età e genere.
È appena il caso di ricordare che “con le” e “nelle” comprese nasceva Battipaglia, in quegli anni luogo di speranza di una nuova vita, di una nuova esistenza per i profughi giunti in queste terre a seguito del terremoto in Lucania. Così come invece è doveroso ricordare che la manifestazione è resa possibile dalla generosità di varie aziende battipagliesi che hanno provveduto a garantire quanto necessario per la buona riuscita dell'iniziativa e a cui va il ringraziamento di tutti i partecipanti, oltre che degli organizzatori.
Ulteriori dettagli nel comunicato del comitato organizzatore nazionale, che si allega.
Il programma prevede:
ore 11.00 accoglienza e registrazione dei commensali
ore 11.30 saluti di benvenuto
ore 12.00 pranzo

A Battipaglia hanno aderito e collaborano alla riuscita della “Tavolata italiana senza muri”: Forania di Battipaglia; A.G.E.S.C.I. (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) Gruppo Battipaglia 1° - Battipaglia 3° - Montecorvino 10; F.S.E. (Federazione Scout d’Europa) Battipaglia 7°; A.C.L.I. Salerno (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani); Associazione Ubuntu - Nuove Generazioni Italiane; Croce Rossa Italiana di Salerno; Protezione Civile di Battipaglia; Guarracino Eventi di Guarracino Giovanni; Ortoromi Soc. Coop. Agr.; Paf.Sud. di Polisciano Antonino & C. s.a.s.; Opificio Pomposelli; Jody Sport Battipaglia; Ducas di G. Blancone & C.; Gizzi Enrico; Ferramenta Leone di Leone Maurizio & C. S.a.s.; Caseificio La Fattoria s.r.l. di Paraggio Luciano & C.

commenti
consigliati