SCATTA IL PIANO

Battipaglia, ordigno bellico: al via evacuazione di 36mila residenti

Redazione
08 settembre 2019 08:06

3114

BATTIPAGLIA. "Evacuazione in corso, i cittadini devono lasciare le proprie abitazioni". E' iniziato, come da programma, alle ore 05.00 di stamane, domenica 8 settembre, l'imponente piano di evacuazione per 36mila battipagliesi costretti, per alcune ore, a lasciare le proprie case ricadenti nel raggio di 1,6 km dall'ordigno bellico rinvenuto in un terreno agricolo, lo scorso marzo, e che in giornata verrà disinnescato dal 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta. Il messaggio audio delle auto che avvisavano Battipaglia ha scandito l'alba di chi attenderà l'esito delle operazioni prima di far rientro nel centro capofila della Piana del Sele. Una macchina organizzativa imponente quella messa in moto dalla Prefettura di Salerno, con aggiornamenti continui. Il piano di evacuazione è terminato alle ore 8.00, con il locale Nucleo di Protezione Civile a ricordare l'obbligatorietà con i sorpresi nella cosiddetta zona rossa che saranno bloccati, identificati e denunciati dalle forze dell'ordine. Già chiuso l'ospedale 'Santa Maria della Speranza', in mattinata verranno sospese le circolazioni sull'A2 del Mediterraneo nel tratto tra Pontecagnano Nord ed Eboli e sulle linee ferroviarie che transitano per Battipaglia. Interdetta anche la SS18 nel tratto battipagliese con Litoranea ed Aversana, invece, regolarmente aperte al transito.

AGGIORNAMENTO ORE 8.20
Su Facebook la sindaca di Battipaglia Cecilia Francese scrive: "Le procedure di evacuazione dei cittadini dall’area rossa stanno procedendo in maniera spedita. In campo oltre 500 uomini delle forze dell’ordine, Polizia locale e altrettanti volontari della Protezione civile locale e regionale a presidiare varchi, annunciare lo sgombero degli alloggi e a presidiare i varchi di uscita dalla città. Dalla prime ore dell’alba anche l’attività anti sciacallaggio è operativa. Il Ccs (Centro coordinamento soccorsi) è operativo presso la Protezione civile di Battipaglia sin dalle prime ore del mattino". Già operativi i centri d'accoglienza all'Istituto 'Ferrari', al 'Sandro Penna' e 'Caduti del Velella'.

AGGIORNAMENTO ORE 9.50
Con un video su Facebook la sindaca di Battipaglia Cecilia Francese ha illustrato l'attuale situazione: "Nell’area rossa ci sono decine di pattuglie delle forze dell’ordine e dei volontari della protezione civile che controllano gli incroci. Uomini in divisa e in borghese controllano le strade e i parchi. È tutto pronto  per la chiusura del tratto autostradale dell’A2 del Mediterraneo da Eboli a Montecorvino-Pontecagnano, alla sospensione del traffico ferroviario e del l’attivazione della “no fly zone”. Anche le società gestori delle reti elettriche e gas stanno per procedere alla sospensione dell’erogazione dei servizi".

commenti
consigliati