NOTA A LANZARA

Pontecagnano, Sinistra Italiana al Comune: “Tutelare edifici storici”

Comunicato Stampa
06 novembre 2019 11:12

88

PONTECAGNANO. Nota stampa di Sinistra Italiana sugli edifici storici di Pontecagnano Faiano: “Uno dei compiti dell’Amministrazione Comunale dovrebbe essere la tutela di quei fabbricati che fanno parte dell'edificato storico e contribuiscono a mantenere almeno una traccia dell'anima di luoghi ormai trasformati in agglomerati di edilizia privi di identità. Abbiamo appreso da un annuncio commerciale che la palazzina Mingo sita all’angolo tra via Roma e via Budetti sarà abbattuta per fare posto ad un anonimo e invasivo edificio di 6 piani. Abbiamo chiesto all’Amministrazione di visionare il progetto e di capire se vi sia la possibilità di scongiurare tale abbattimento. La cosa che ci sconcerta è che per Palazzo Sabbato vi è stata una alzata di scudi da parte dell’amministrazione, su pressione di Legambiente, contro il suo abbattimento mentre ha avallato il progetto di abbattimento di una palazzina di ottima manifattura e risalente ai principi del secolo scorso. Essa ha anche rappresentato per decenni il luogo di ritrovo per i giovani di Pontecagnano Faiano e non solo in quanto ospita il Pub Demetra che dovrà chiudere. Questo doppiopesismo dell’amministrazione è sconcertante ed è segno della sua acquiescenza alle pressioni speculative che non hanno nessun riguardo per la memoria storica di un’area già pesantemente segnata da una cementificazione massiccia degli ex contenitori industriali. il Comune avrebbe avuto il potere di impedire questo tipo di operazione ma non lo ha fatto. La Soprintendenza ha già in passato bacchettato questa amministrazione circa la scarsa tutela della Fontana Storica in piazza Garibaldi di Faiano e noi la contatteremo affinché intervenga almeno per sensibilizzare di nuovo l’Amministrazione ad un maggiore impegno nella tutela del patrimonio edilizio storico.  mCi piace ricordare le dichiarazioni di Giuseppe Lanzara in occasione dell’episodio di Palazzo Sabbato: “Come stiamo dimostrando coi fatti, e siamo certi che la popolazione ce ne darà atto, la nostra intenzione principale è e resterà sempre quella di tutelare le risorse, le ricchezze e le peculiarità di questa comunità. Non contravverremo al patto siglato con i cittadini di batterci insistentemente in questo senso, pertanto ribadiamo la nostra decisione inconfutabile ed irremovibile di tutelare la nostra storia” Ci auguriamo che almeno questa volta l’amministrazione non smentisca sé stessa una ennesima volta e sia coerente col suo patto elettorale stipulato con gli elettori”.

commenti
consigliati