IN PRIMO GRADO

Agropoli, abusò di una paziente in clinica: condannato operatore sanitario

Redazione
11 gennaio 2020 08:52

2486

AGROPOLI. Abusò sessualmente di una paziente nell’ex clinica Malzoni di Agropoli nell'estate del 2018. Condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione l’operatore sociosanitario V.S. della struttura. La sentenza di primo grado, in rito abbreviato, è stata emessa dal Tribunale di Vallo della Lucania con il collegio giudicante composto dai magistrati Mauro Tringali, in qualità di presidente, con a latere Benedetta Rossella Setta e Alberto Imperiale. Vittima una donna rumena, Lenuta T., che il 55enne avrebbe violentato durante un ricovero per sottoporsi a radiografie ed altri esami: mentre si trovava nella sua stanza, con un pretesto l’uomo l’avrebbe attirata in bagno costringendola ad avere un rapporto sessuale. Poco dopo, avrebbe tentato un nuovo approccio, ma stavolta invano per l’opposizione della donna, che per tale ragione lasciò anzitempo la struttura sanitaria, per poi recarsi al pronto soccorso di Agropoli, dopo qualche giorno, raccontando quanto subito. A difenderla nel procedimento penale l’avv. Antonella Palladino del Foro di Salerno, assistita nel frangente anche dal centro antiviolenza ‘Il volo delle farfalle’ del Piano di Zona S8 di Vallo della Lucania. La sentenza è giunta dopo un’articolata istruttoria dibattimentale durante la quale sono stati ascoltati numerosi testimoni, tra cui dipendenti della clinica e del presidio pubblico che visitarono la donna. 

commenti
consigliati