FASE 2 COVID-19

Campania, De Luca lancia campagna ‘Cafoneria zero’ nella movida

Redazione
22 maggio 2020 16:11

975

NAPOLI. “Non solo epidemia zero, ma anche cafoni zero”. Nel corso del consueto appuntamento del venerdì sull’emergenza Coronavirus in Campania, il presidente della Regione Vincenzo De Luca lancia una particolare campagna nelle ore dove ci s’interroga sui comportamenti della movida: "Teniamo chiusa la movida alle ore 23. Cogliamo l'occasione dell'epidemia per spiegare a tanti giovani che nessuno può immaginare che tornare alla normalità significherà fare quello che facevamo prima. Sono andati crescendo comportamenti irragionevoli, massificazione alienante, cogliamo questa occasione per avere di sera meno droga e meno pasticche. Dobbiamo cancellare l'abitudine a rincretinirsi con superalcolici che mandano decine di ragazzi in coma etilico nei pronto soccorso dei nostri ospedali, anche a 13 anni!". “È chiaro – spiega De Luca - che più farà il caldo e più sarà difficile indossare la mascherina. Ma noi dobbiamo arrivare a contagi zero. Non sappiamo cosa accadrà fra settembre-ottobre e dobbiamo prepararci". De Luca si rivolge anche ai genitori: "Vorrei chiedere ai genitori: voi cosa fareste al posto mio? Non generalizziamo ma c'è gente senza scrupoli che vende di tutto e rovina la gente per 10 euro in più di guadagno. Finché non ci saranno forme di controllo serio da parte delle forze dell'ordine noi non permetteremo niente". Altro punto importante è legato all’obbligo dell’uso della mascherina e dei controlli da portare avanti per evitare assembramenti e rispettare il distanziamento sociale: "Bisogna rendere pubblica la lista di chi ogni giorno viene trovato senza la mascherina. Con dieci ammende al giorno, daremo una mano a contenere il fenomeno. La vita dei nostri cari va tutelata”. De Luca ricorda ancora: “Ne approfitto per ribadire che non sono consentite le feste a casa”. 

commenti
consigliati