"SI FACCIA CHIAREZZA"

Salerno, Corisa 2: contestazioni e diffida dalla Fiadel su certificazione unica

Comunicato Stampa
29 maggio 2020 09:18

317

SALERNO. Contestazione e diffida per la certificazione unica consegnata ai dipendenti in lista di disponibilità del Consorzio di Bacino Salerno 2. A chiedere chiarezza al commissario liquidatore dell'Ente, vertici dell'Agenzia delle Entrate di Salerno, prefetto, presidente della Provincia e vertici dell'Ente D'Ambito sono i sindacalisti della Fiadel provinciale. "Premesso che i lavoratori collocati in lista di disponibilità non percepiscono regolare stipendio da giugno del 2019, con il mese di maggio dello stesso anno al 50%. Resta inspiegabile la concessione della certificazione unica del 2020, anno di riferimento 2019, dove vengono riportate cifre per emolumenti mai realmente percepiti dai predetti, mentre per altri versi si omettono voci stipendiali, tra cui la tredicesima mensilità del 2018 e la quattordicesima di 2018 e 2019 contrattualmente previste", hanno detto i segretari Angelo Rispoli e Raffaele Sepe. Una situazione che, secondo le parti sociali, mortifica ulteriormente i lavoratori. "Chiediamo all'Agenzia delle Entrate di Salerno di predisporre gli opportuni controlli. Inoltre, avvieremo azioni legali individuali per i lavoratori in lista di disponibilità del Consorzio che intendono ottenere l’immediato pagamento degli stipendi attesi da un anno".

commenti
consigliati