L'OPERAZIONE

Serre, smaltimento illecito: denunciato imprenditore bufalino

Comunicato Stampa
01 agosto 2020 11:56

788

SERRE. Prosegue l’attività di prevenzione e contrasto degli illeciti ambientali da parte dell’Arma dei Carabinieri attraverso mirati controlli finalizzati ad accertare le corrette modalità di gestione dei rifiuti ed in particolare degli effluenti zootecnici. La nuova operazione svolta dal personale militare del Comando Stazione Carabinieri di Serre in collaborazione con il personale tecnico del Nucleo Guardie Giurate Ambientali Accademia Kronos ha consentito di accertare anche in questa circostanza che nel territorio del comune di Serre, un imprenditore a seguito delle operazioni di pulizia dei paddocks in cui erano presenti circa 150 bufale, da tempo smaltiva sui terreni limitrofi ingenti quantitativi di deiezioni per poi movimentarle con mezzi meccanici e causare un diffuso fenomeno di inquinamento su di una vasta superficie aziendale. Nel prosieguo dei controlli i militari accertavano altresì che gli effluenti zootecnici erano stati illecitamente smaltiti anche su altri terreni presenti in stretta aderenza alle vasche aziendali destinate allo stoccaggio degli insilati. Proprio tale ulteriore irregolarità consentiva di accertare attraverso un più approfondito controllo, che a seguito dello stoccaggio di ingenti quantitativi di insilato e bacche di pomodoro, anche il percolato prodotto a seguito dei processi di maturazione, a causa dell’assenza di un idoneo sistema di caditoie, ruscellava sino a raggiungere i sottostanti terreni dove, dopo aver formato delle vistose chiazze, veniva assorbito producendo un diffuso fenomeno di inquinamento. A seguito di quanto accertato ed in particolare le non corrette modalità di gestione degli effluenti zootecnici e del percolato prodotto dall’insilato i militari contestavano varie violazioni ambientali e dopo aver proceduto al sequestro di gran parte delle superfici aziendali interessate anche dal deposito incontrollato di altre tipologie di rifiuti, procedevano a denunciare a piede libero l’imprenditore per illecito smaltimento e realizzazione di depositi incontrollati di rifiuti speciali non pericolosi. Si ringrazia l’Arma dei Carabinieri per la costante attività svolta costantemente a tutela e salvaguardia del territorio.

commenti
consigliati