732 I PARTECIPANTI

Poesia, Milena Cicatiello seconda al Premio 'Amici di Ron Hubbard'

Francesco Vinci
21 settembre 2020 10:33

1371

MILANO. Si è svolto a Milano l’importante Premio nazionale ed internazionale di poesia ‘Amici di Ron Hubbard’ giunta alla sesta edizione. Per quest’anno, il concorso è stato incentrato sul tema dell’’Io amo. A partecipare alla kermesse meneghina anche la poetessa capaccese Milena Cicatiello (nella foto) con la poesia inedita ‘Ovunque cada la sera’, conquistando uno straordinario secondo posto su ben 732 partecipanti. ‘Ovunque cada la sera’ anticipa l’uscita della seconda raccolta di poesie della Cicatiello, dopo ‘Petali d’incoscienza’. "Dedico questo nuovo riconoscimento a Valentina, Gregorio, Gianfranco, Giampietro, Pasquale, Giuseppe, Biancarosa, Fanny, Mariantonietta, Mariangela, Tina, Marta, Fabrizio e a tutti coloro che sono vento per le mie vele" ha affermato la Cicatiello. Di seguito il testo della poesia:

Sarà che ogni alba nuova

sorge sempre meno ad Est

e ci sorprende così,

piccole coscienze 

di un disagio esistenziale,

lacerate e ambigue

nei lacerati e ambigui discorsi.

I fantasmi siamo noi,

brandelli anonimi di cielo

avvolti dal manto della vergogna

e del disicanto,

superati dall’orma

del nostro stesso passo.

Di questo cielo che non crolla

ma non si lascia oltrepassare,

di questo giorno sempre uguale

che in  fondo ci somiglia

e ha già rinunciato

al suo attimo di vita vera.

Ovunque cada la sera,

sia riflesso del tuo sguardo

nel firmamento

e la tua bocca finestra 

della mia prigione.

Così voglio amarti,

con la pelle di un’estranea

nelle vesti di sempre

e sbottonarmi tutta la poesia

che non sa venire al mondo,

eppur si ostina a non morire.

Perchè più che amare te

amo la libertà di poterlo dire.

commenti
consigliati