PRODOTTO CON PASQUALE CURCIO

Salerno, storie di donne nel nuovo album di Alfina Scorza

Francesco Vinci
25 gennaio 2021 10:06

1261

SALERNO. Nuovo lavoro musicale per l’artista salernitana Alfina Scorza a 5 anni dal successo di ‘Di rosso e sensualità’. Pubblicato infatti il suo secondo disco, ‘Le lettere di Jo’, ispirato alla figura di Jo March, la protagonista di ‘Piccole donne’, romanzo del 1868 scritto da Louisa May Alcott, catapultata però ai giorni nostri, dove si ritrova ad affrontare i problemi odierni legati all’universo femminile.  

Nell’album sono contenuti diversi singoli come ‘Così sia’, che racconta di una dottoressa chiamata a conciliare impegni di lavoro e famiglia con tutte le difficoltà nell’unire il ruolo di professionista con quella di mamma e moglie. Sono tante le sfumature melodiche sulle tematiche femminili, come le inquietudini di una donna che s’innamora di un uomo più giovane in ‘Quando scende la sera’, o la storia di ‘Scegli te’ a forti tinte autobiografiche. In ‘Svegliali tu’, invece, si narra la storia di Carolina Picchio, prima vittima di cyberbullismo in Italia. Nel lavoro della Scorza anche l’interpretazione di un brano di Adriano Celentano, ‘Storia d’amore’ rivisitata in chiave femminile, ultima canzone del disco. 

La produzione e gli arrangiamenti delle 9 tracce de ‘Le lettere di Jo’ sono di Alfina Scorza e dell’artista capaccese Pasquale Curcio (chitarre, basso, piano e tastiere), con il quale la cantautrice ha scritto quasi tutte le canzoni del disco, ritornando sulla scena musicale con un album ‘impegnato’: nove brani per nove storie di donne che, ogni giorno, combattono per uscire dagli schemi che la vita molto spesso impone, lottando per affermare il loro diritto di essere libere e protagoniste.

commenti
consigliati