9 SETTEMBRE 1943

Capaccio, Operazione Avalanche: la figura di padre Di Deo e del suo cannocchiale

Redazione
09 settembre 2021 16:00

786

CAPACCIO PAESTUM. Quando sul litorale pestano avvenne lo sbarco il 9 settembre 1943, i soldati americani, molto attenti nella loro missione, per individuare i tedeschi ed evitare così la possibilità di attacchi nemici, fecero ricorso anche all’utilizzo di cannocchiali. Con uno di essi, in particolare, nel settembre del 1943, riuscirono ad individuare sulla collina di Capaccio una persona che, da una delle finestre dello storico Convento Francescano e anch’esso con l’utilizzo di un cannocchiale, seguiva lo svolgersi dell’Operazione Avalanche. Fu così che i militari americani iniziarono a sparare verso la struttura francescana.Una volta cessato il fuoco giunsero al Convento e poterono così individuare da vicino la posizione della persona che utilizzava il cannocchiale, credendo che si trattasse addirittura di una spia.Invece si resero conto che quella persona non era altri che un frate minore  di nome P. Luigi Di Deo.

(a cura di Antonio Ragni, cultore di storia locale)

 

commenti
consigliati