Paestum, tenta di salvare due bimbe: bagnino capaccese 21enne in gravissime condizioni

Redazione
27 giugno 2012 13:15

17136

0

0

PAESTUM. Un bagnino di 21 anni di Capaccio, Pierluigi Caroccia, è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale civile di Agropoli. Il giovane, in servizio presso il Lido Laura (nella foto, sotto), ha cercato di salvare due bambine che rischiavano di annegare, al largo, gettandosi immediatamente in mare per raggiungerle. Nel punto dove le due ragazzine erano state trascinate dalla corrente, però, è giunto quasi stremato dalle forze, che gli sono venute completamente a mancare quando una delle due bimbe, spaventata e sotto choc, gli si è aggrappata al collo, spingendolo ancora di più sott'acqua. A quel punto, è rimasto esanime, in mare aperto, galleggiando sulla superficie del mare a faccia in giù. In suo soccorso sono subito arrivati tre bagnini dal vicino Lido Nettuno, i quali, con l'ausilio di un pattino, hanno messo in salvo, con non poca difficoltà, le due bambine, entrambe sui 10-12 anni, e recuperato a nuoto, al contempo, il corpo di Pierluigi Carroccia, trasportandolo sulla riva. I tre colleghi (Davide Mirarchi, Raffaele Polito e Fabio Puglia, quest'ultimi nella foto sopra) gli hanno tempestivamente praticato il massaggio cardiaco, riuscendo a fargli riprendere conoscenza. Sul posto è sopraggiunta immediatamente l'ambulanza rianimativa di Santa Venere, che ha intubato il ragazzo, residente al Rettifilo, trasportandolo d'urgenza all'ospedale agropolese, dov'è stato ricoverato in sala rianimazione. La prognosi è riservata, le condizioni sono state subito definite molto gravi dai medici, che l'hanno posto in coma farmacologico. Il dramma si è verificato questa mattina, intorno alle ore 11:00, quando, nello spazio d'acqua antistante il Lido Laura, le due bambine stavano giocando a pallone in acqua, nonostante sulla spiaggia sventolasse la bandiera rossa per vietare la balneazione, visto che il mare era piuttosto agitato. Nel tentativo di recuperare la sfera, che il vento aveva spinto al largo, le due ragazzine si sono allontanate dalla riva, iniziando a gridare quando si sono viste avvinte dalle onde. Qui, il repentino gesto eroico di Pierluigi, che ha tentato di salvar loro la vita: ora rischia la sua. Delle due ragazzine, e della madre, finora nessuna traccia. La notizia, invece, ha scosso l'intera comunità capaccese, in particolare quella della contrada Rettifilo, dove Pierluigi vive ed è molto conosciuto: l'Amministrazione civica di Capaccio, retta dal sindaco, Italo Voza, ha disdetto la "Festa dello Sport" prevista per questa sera in Piazza Santini.

La nostra Redazione aggiornerà la situazione in tempo reale.

(cliccare icona con la telecamera per visualizzare il servizio)

 

commenti
consigliati