Attualità
Sandra Lonardo Mastella, fine dell'esilio
Redazione
05 maggio 2010 13:44
Eye
  2813

lonardo-mastella

 

Il gup Eduardo De Gregorio ha revocato il divieto di dimora in Campania e nelle province limitrofe (Latina, Frosinone, Isernia, Campobasso, Foggia e Potenza) per Sandra Lonardo, consorte dell’ex Guardasigilli Clemente Mastella. Il presidente uscente del Consiglio regionale, rieletta alle ultime elezioni nel centrodestra, aveva ricevuto il provvedimento restrittivo nell’ambito dell’inchieste su presunte irregolarità all’Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania, con favori ed appalti truccati. Fra le motivazioni addotte dalla difesa della Lonardo Mastella, accolte oggi dal giudice per l’udienza preliminare, c’è il “rinnovato quadro istituzionale, all’indomani delle elezioni regionali e della proclamazione degli eletti in Consiglio regionale della Campania”, dal quale l’Udeur ne esce “ridimensionato” in termini di influenza politica. L’ultima istanza presentata dagli avvocati di Lonardo era stata depositata la settimana scorsa. La moglie di Mastella ieri aveva lasciato l’ospedale “Fatebenefratelli” di Benevento (dove era stata sottoposta ad un piccolo intervento chirurgico) per tornare nella sua casa di Roma, dove vive dal 22 ottobre scorso. Nella notte, ha fatto ritorno nella sua villa di Ceppaloni, dalla quale mancava da 5 mesi, in tempo per la prima seduta della nuova assemblea regionale, convocata per il 12 maggio prossimo.



Logo stiletvhd canale78
Immagine app 78
SCARICA
L’APP