Regione: Caldoro si è insediato... per ultimo

Redazione
12 maggio 2010 15:36

1365

caldoro

 

Si è tenuto questa mattina, a Palazzo Santa Lucia, il primo Consiglio regionale della Campania presieduto da Stefano Caldoro, l’ultimo neo presidente di Regione d’Italia a procedere alla formazione della squadra di Governo. Nelle altre Regioni, infatti, in particolare in Piemonte e Veneto dei neo governatori Cota e Zaia, l’azione di governo è iniziata da tempo. Ad oltre 40 giorni dalla chiusura delle urne, dunque, è partita ufficialmente l’avventura della nuova legislatura regionale, guidata dal centrodestra dopo 10 anni di governo Bassolino.

“Ringrazio ancora chi mi ha sostenuto. Inizia una fase difficilissima. Sono fiducioso, la Campania può risalire. Si può fare, si deve fare”: con queste parole, Caldoro ha salutato l’assise campana ed  i suoi “amici” su Facebook. Il nuovo Consiglio regionale, dunque, si è insediato con i suoi 61 consiglieri regionali, di cui 42 “matricole” e 12 donne. Il casertano Paolo Romano, esponente del Pdl che con voto bipartisan ha riportato 56 preferenze, è stato eletto come presidente del Consiglio,

A proporre al consesso il nome di Romano, in apertura di seduta, è stato il consigliere azzurro Fulvio Martusciello, il quale “nell’ottica di un patto istituzionale che deve guidare i rapporti tra maggioranza e opposizione”, ha invitato la minoranza a convergere sul nome dell’ex capogruppo del Pdl nella scorsa legislatura. Appello raccolto dal leader dell’opposizione, Vincenzo De Luca, che ha definito Romano “persona di equilibrio e di spessore”.

In precedenza, il consigliere anziano Luca Colasanto, che ha presieduto la seduta, ha dichiarato la sospensione per gli eletti Roberto Conte (Alleanza di Popolo) e Alberico Gambino (Pdl), raggiunti da provvedimenti giudiziari che ne hanno impediscono la proclamazione. Al loro posto, sono subentrati Carmine Sommese e Monica Paolino (moglie del sindaco di Scafati).

“Assicuro che, sin da questo momento, tutelerò la centralità del Consiglio – ha dichiarato Paolo Romano, subito dopo la sua elezione - per la Campania la sfida del futuro sarà quella della modernizzazione dei meccanismi burocratici ed amministrativi. Bisognerà dare alla Campania una risposta sul fronte degli indicatori economici deboli”. Fuori programma e dal protocollo l’intervento della ex presidente Sandra Lonardo Mastella (ritornata da pochi giorni in Campania dopo il divieto di dimora imposto da un provvedimento giudiziario), la quale, augurando “buon lavoro al neo presidente ed a tutti i consiglieri” ha dichiarato che “sicuramente Romano saprà dialogare con tutti, maggioranza ed opposizione, nella prospettiva di risolvere i problemi delle nostre comunità”.  

Le prossime 24 ore si annunciano intense tra Palazzo Santa Lucia ed il Centro Direzionale di Napoli per la formazione della nuova Giunta, che dovrebbe essere pronta per venerdì 14 maggio.

commenti
consigliati