Capaccio, donne denunciate per blocco servizio scolastico

Redazione
22 dicembre 2009 16:42

1826

Il figlio rientra a casa piangendo e la mamma si scaglia contro l’accompagnatrice scolastica, ritenendola responsabile dell’accaduto. È successo a Capaccio, in località Ponte Marmoreo, nei pressi della stazione di Paestum, su uno degli scuolabus del trasporto scolastico. In base ai primi accertamenti, lo scuolabus si è fermato per far scendere il cuginetto del piccolo e la zia del bambino avrebbe chiesto all’autista ed all’accompagnatrice di far scendere anche suo nipote. L’accompagnatrice, invece, avrebbe preteso la presenza del genitore per la consegna del bambino, trattenendolo dunque sull’autobus. Nel frattempo, il piccolo, in lacrime, è riuscito a svincolarsi ed è rientrato a casa. Vedendo il figlio scosso, la madre, insieme alla nonna, è salita sul pulmino aggredendo l’accompagnatrice che avrebbe dichiarato di essere stata strattonata dalla donna in preda all’ira. La vicenda si è conclusa con una denuncia per interruzione di pubblico servizio, a carico sia della mamma del bambino che della nonna, rimasta coinvolta nella diatriba.

Ad indagare sul caso gli agenti della polizia locale, capitanata dal comandante Antonio Rinaldi, per verificare eventuali responsabilità a carico sia dell’autista che dell’accompagnatrice per possibili inadempienze ai compiti assegnati e per stabilire la reale motivazione all’origine della vicenda.

commenti
consigliati