Cannalonga, ritorna la "Fiera della Frecagnola"

Comunicato Stampa
02 settembre 2010 09:30

2258

cannalonga_frecagnola

 

Anche quest'anno si rinnova la magia di un evento ultracentenario che ha fatto di Cannalonga, da mercoledì 8 a domenica 12 settembre,  una vera “capitale” del Cilento. La Fiera, conosciuta come della “frecagnola”, si tiene in Paese dal XV° secolo, come riportato dallo storico P. Ebner nel suo “Storia di un Feudo del mezzogiorno”, e rappresenta un appuntamento irrinunciabile per centinaia di operatori del commercio e dell'artigianato e per decine di migliaia di visitatori. Ma la “Frecagnola” è molto di più che una comune manifestazione fieristica; nei 5 giorni del suo svolgimento si alternano nel borgo antico gruppi di folklore Cilentano itineranti, occasioni di spettacolo con musica etnica, mostre pittoriche e fotografiche e, da quest'anno, anche momenti di riflessione culturale sulla storia, gli usi, le tradizioni ed i costumi locali.

In effetti si tratta di un'irripetibile happening di fine estate che attrae  per la ricchezza dell'offerta, la bellezza dei luoghi ed il ritmo coinvolgente della sua colonna sonora. Piccoli, ma significativi segnali di novità hanno caratterizzato  le ultime edizioni, la filosofia generale è cambiata e  la Fiera si muove ormai speditamente verso direttive diverse e convergenti al tempo stesso: una di carattere zootecnico per valorizzare la   capra ed il valore delle sue carni, una di carattere dietologico per ribadire la genuinità dell'offerta eno-gastronomica in pieno stile mediterraneo, una di tipo umanistico  culminato lo scorso anno con la pubblicazione del primo testo storico su Cannalonga curato dal Prof. Luigi Rossi, ed una di tipo sociale  attraverso la quale stimolare attività produttive e rendere la Fiera stessa “promoter” di iniziative capaci di sostenere una nuova imprenditorialità giovanile.

Le sere e le notti trascorse a Cannalonga fanno ormai parte di una tradizione che si rinnova nel tempo, i giovani invadono la piazza e fanno l'alba al suono di una riscoperta musica etnica Cilentana che li attrae molto di più dei monotoni stereotipi da discoteca. Nelle tradizionali “barracche” si gusta il bollito di capra, antico piatto della tradizione ed in giro per le vie del borgo antico si possono trovare tante altre prelibatezze locali. La Fiera di Cannalonga è una straordinaria occasione di incontro e gli Organizzatori, in assoluta sintonia con la Civica Amministrazione, credono fermamente alla necessità di creare una  sinergia ed un filo continuo che possa unire, non solo idealmente, eventi che privilegiano tradizioni, usi e costumi della nostra gente con la speranza che l’ Ente Parco possa promuovere, finalmente, queste tipicità del territorio apprezzate da migliaia e migliaia di visitatori. Ma c'è bisogno di un riconoscimento a livello Regionale per non restare fuori dai percorsi turistici Campani, Nazionali ed Internazionali. E' proprio per stimolare l'attenzione degli Operatori della Politica su questa necessità che l’Ente Fiera ha voluto dare un segnale forte di “risveglio culturale” promuovendo la realizzazione di numerosi eventi congressuali “pre-fiera” che hanno visto, negli ultimi 5 anni, la presenza in Paese di Scienziati di fama internazionale in campo medico e veterinario.

Nell'ambito del discorso culturale ricade anche l'organizzazione degli spettacoli che allietano i visitatori della “Frecagnola”.  Le musiche, le arie e le danze di antica matrice Cilentana avranno sempre un posto di primo piano e saranno la vera colonna sonora della Fiera, ma occorre allargare i confini anche sul piano delle attività di intrattenimento ed  utilizzare la Fiera come una vetrina, un grande espositore non solo di prodotti agro-alimentari ed artigianali, ma anche di tutta la  musica e lo spettacolo che abbiano un profondo radicamento popolare. I sapori, i saperi, la musica e le....immagini. Tutto questo e tanto altro ancora è la Fiera di Cannalonga simbolo ultracentenario di attività e di svago che ambisce a ricoprire un ruolo di primo piano nel rilancio di quella identità Cilentana che affonda le sue radici nella storia e proietta le sue potenzialità nel futuro.

 

Dott. L. Di Gregorio

Presidente Ente Fiera della Frecagnola

 

FRECAGNOLA 2010 – PROGRAMMA

MERCOLEDI’ 8 SETTEMBRE

Ore 18:30: Cerimonia inaugurale preceduta dall’esibizione del Gruppo folk “la Frecagnola”. Al termine della cerimonia apertura di tutte le attività enogastronomiche, commerciali ed artigianali.
Ore 23:30: Esibizione del Gruppo folk “La scala di seta” in uno spettacolo che ripercorre le tappe della più bella musica Popolare Napoletana, Cilentana e mediterranea.


GIOVEDI’ 9 SETTEMBRE

Ore 19:30: apertura di tutte le attività fieristiche

Ore 23:30: Giuseppe Ciullo in concerto. Immancabile e richiestissima esibizione del giovanissimo organettista (già Campione Italiano) che si esibirà nel suo repertorio tradizionale e nella rivisitazione di alcuni classici.

 

VENERDI’ 10 SETTEMBRE

Ore 19:30: apertura di tutte le attività fieristiche

Ore 23:30: Piera Lombardi in concerto

 

SABATO 11 SETTEMBRE

Ore 7:00: apertura del tradizionale mercato della Frecagnola distribuito in tutto il Paese e di tutte le attività fieristiche. Nell’area a monte della Via Fiera, negli stands del mercato boario, mostra-mercato di caprini, ovini, bovini, suini ed equini con la partecipazione dei più importanti allevatori del Territorio.

Ore 21:00: apertura del punto filatelico di Poste Italiane presso lo stand dell’Ente Fiera per il tradizionale annullo

Ore 22:30: I° edizione del premio “Pietro Carbone”

Ore 23:30: Esibizione del Gruppo di musica popolare “I Cortazzo” con il coinvolgimento di numerosi artisti del Territorio e l’utilizzo di strumenti antichi come tammorre, zampogne e ciaramelle



DOMENICA 12 SETTEMBRE

Ore 19:30: apertura di tutte le attività fieristiche

Ore 23:00: Cerimonia di chiusura della Fiera della Frecagnola 2010

Ore 23:30: Esibizione del Gruppo musicale “Non solo liscio” in uno spettacolo di tarantella Cilentana e ballo liscio. Una coinvolgente performance di ballo popolare per salutare la Frecagnola 2010.

 

ESTATE 2010 - LO STAND DI ENTE FIERA-COMUNE DI CANNALONGA


Situato nel Cortile seicentesco di Palazzo Mogrovejo ornato di statue ed affreschi d’epoca, ospita il Parco Nazionale del Cilento e la Comunità Montana Gelbison con tutte le pubblicazioni turistiche realizzate negli ultimi anni e distribuite gratuitamente ai visitatori.
Disponibili anche i depliants su Cannalonga ed (in vendita) il libro a cura del Prof. Rossi sulla storia del Paese, e le polo commemorative della Frecagnola 2010 (Abbey road).

Nella giornata di sabato, inoltre, sarà possibile ammirare i reperti archeologici di età paleolitica ritrovati nell’area della diga Carmine alla fine degli anni ’70 e custoditi presso il museo di Castel dell’ovo a Napoli. Lo stand, come ormai succede tradizionalmente, ospita pannelli con riproduzioni fotografiche d’epoca in diverse manifestazioni ed eventi.
La sera di sabato, a partire dalle ore 21, Poste Italiane presenterà l’annullo filatelico per l’edizione 2010 della Fiera della Frecagnola ed esporrà i suoi prodotti aziendali.

commenti
consigliati