Incidente mortale: muoiono madre e figlia

Redazione
08 settembre 2010 12:37

1492693

 

 auto_incidentata_matinella

 

Ancora sangue sulle strade del Cilento: questa mattina, verso le ore 11 circa, lungo la strada provinciale che collega il comune di Capaccio Paestum alla frazione Matinella di Albanella, hanno perso la vita due donne, Gerardina Vitolo di anni 42 e Angelica Vuto di anni 16, rispettivamente madre e figlia. Ancora da accertare la dinamica dell’incidente, ma secondo le prime ricostruzioni l’auto sulla quale viaggiavano, una Fiat 500 (nella foto sopra, gentilmente concessa dalla collega Paola Desiderio), avrebbe perso il controllo in curva e, sbandando, è finita nel canale d’irrigazione del Consorzio che costeggia la strada (nelle foto sotto), ricolmo d’acqua e profondo circa 3 metri. Per le due donne, rimaste intrappolate nell’abitacolo dell’utilitaria, non c’è stato nulla da fare: nonostante avessero tentato di aprire il finestrino per mettersi in salvo, sono purtroppo decedute entrambe per annegamento. Inutili anche i soccorsi di alcuni abitanti della zona e passanti, i quali, pur calandosi in acqua con delle corde, non sono riusciti ad evitare la peggio. Gerardina Vitolo e sua figlia Angelica, affetta da sindrome di Down, sono originarie di Altavilla Silentina, ma si erano da appena venti giorni trasferite con la famiglia a Capaccio, in località Rettifilo, per avvicinarsi alla fabbrica di conserve dove lavorava la donna. Grande dolore per il marito, Giuliano Vuto, operaio capaccese dell’azienda Carpedil di Giungano che aveva compiuto da poco 50 anni, come ricorda l’amico d’infanzia Gerardo Volpe, intervistato sul posto dal nostro inviato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Agropoli, guidati dal capitano Raffaele Annicchiarico, e un'ambulanza del Saut di Capaccio Scalo. Non è la prima volta che, sulla medesima strada, la cui manutenzione e recinzione dei canali è di competenza della Provincia di Salerno, avvengono incidenti automobilistici, in passato anche mortali. In particolare, proprio nella curva "cieca" dove questa mattina è avvenuto il tragico incidente, così come lungo tutto il tratto di collegamento tra i due comuni Capaccio ed Albanella, attraverso la contrada Scigliati, risulta palesemente insufficiente ed inadeguata la segnaletica stradale e restrizioni di velocità. Proprio questa mattina, mentre erano in corso le operazioni di verifica delle forze dell'ordine alla presenza di numerosi residenti, curiosi e giornalisti, i carabinieri sono stati costretti a fermare più veicoli che sopraggiungevano ad elavata velocità. Da notare che i sigilli sul guard rail (come si evince dalle foto), erano già stati apposti a luglio in occasione di un altro sinistro. Nei giorni scorsi, avevamo già evidenziato in un precedente articolo (nella sezione H24 News) la problematica inerente l'inadeguata protezione del canale e le sollecitazioni per la messa in sicurezza della strada (per leggere l'articolo del 31 agosto scorso clicca qui)

 

Il nostro servizio-video.

 

canale_matinella  canale_matinella1

 

canale_matinella3  canale_matinella4

 

incidente_matinella

commenti
consigliati