Attualità
Danni causati dal maltempo, il presidente del Parco del Cilento esige azioni concrete
Redazione
09 gennaio 2010 10:34
Eye
  5759

mare-in-tempesta

 

Tutto il litorale cilentano è stato danneggiato dalle violente onde del mare.  Il presidente del Parco del Cilento, Amilcare Troiano, non nasconde la sua preoccupazione: “Stiamo vivendo giorni che ci fanno tremare. L’area protetta è seriamente a rischio idrogeologico, dalla costa all’entroterra, il territorio a sud di Salerno, si sta sbriciolando giorno dopo giorno. Gli ingenti danni causati dal maltempo verificatisi in tutte le località costiere, hanno messo in evidenza, ancora una volta, che c’è l’esigenza di intervenire in tempi celeri – sottolinea Troiano - e mettere in sicurezza il territorio prima che accada la tragedia. È arrivato il momento di passare dall’analisi del problema e dagli studi di fattibilità alle azioni concrete”.  Per la settimana prossima, proprio su iniziativa del Parco, è stato convocato un tavolo tecnico a Palazzo Sant’Agostino. “Insieme all’Assessore provinciale all’Ambiente, Giovanni Romano – ribadisce Troiano – tutti gli enti territoriali responsabili della tutela e della salvaguardia del territorio. Siederemo intorno allo stesso tavolo Regione, Provincia, Autorità del Bacino e Genio civile. Sarà l’ennesimo confronto ma la speranza è quella di affrontare in maniera concreta il problema anche alla luce di quanto accaduto nei giorni scorsi”. Al centro dell’incontro anche i danni causati dalla violenta mareggiata che si è abbattuta sulla costa cilentana. “È difficile sottolinea Troiano – avere una stima precisa, le diverse Amministrazioni comunali stanno procedendo alla verifica dei danni. Tra le priorità da affrontare c’è sicuramente il “caso Pisciotta”. C’è una frana che da oltre un anno minaccia di trascinare con sé l’intero abitato del centro cilentano”.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP