Attualità
Castellabate, rinvenuta cava dei rocchi pre-romana: a lavoro studiosi e storici
Redazione
18 gennaio 2010 11:20
Eye
  5843

Castellabate_mareggiate

 

Le violente mareggiate dei giorni scorsi hanno fatto riaffiorare la cava dei rocchi di epoca pre-romana nella parte terminale del Lungomare Bracale di Castellabate, dove si accede alla spiaggia della frazione Lago: al lavoro studiosi e ricercatori di storia locale.

Si tratta di un sito archeologico di capitale importanza per lo studio della storia dell'area compresa tra Paestum e Velia. Infatti i rocchi, di forma cilindrica, servivano molto probabilmente ad edificare i templi in stile dorico che si rinvengono soprattutto nell’area archeologica pestana. Oggi si assiste ad una scena pressoché identica a quella degli anni ‘80, quando il sito apparve in tutta la sua maestosità con decine di blocchi cilindrici abbozzati o in fase di rifinitura e pozzette circolari che attestano i prelievi compiuti. Tutto ciò apparve sufficiente a riportare il pensiero a quel passato costellato di tanti interrogativi e immerso nel mistero. Si può solo immaginare chi furono gli "autori" di questi rocchi: presumibilmente schiavi o prigionieri di guerra, oppure abili scalpellini appartenenti alle classi infime della gerarchia sociale della città.

Cosa certa è che la cava si estendeva molto più a sud, poiché altre pozzette cilindriche (denominate "conche", in dialetto locale) erano rinvenibili prima che venisse realizzato l'attuale lungomare Perrotti nel rione "Marina Piccola" di Santa Maria di Castellabate. Infatti se ne riscontrala realtà nei pressi della "Torre del 'Mare" (dove vi sono alcune di queste "conche" immerse nell'acqua che lambisce la scogliera) e nel rione "Punta dell'inferno": anche qui si può notare un'area ricca di pozzette circolari con diametro variabile fino a due metri.

A questo punto vi è da dedurre che le operazioni di cavatura interessarono tutta la fascia costiera di Santa Maria, come appunto si può constatare osservando attentamente la cava riemersa recentemente sulla spiaggia di Zona Lago. Al riguardo si hanno solo ipotesi e vaghe notizie. L'unico punto di riferimento certo è che i Romani conquistarono i centri urbani del comprensorio di Castellabate e il porto antico nella frazione San Marco.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP