Attualità
Inviati di "Striscia" di nuovo ad Agropoli
Redazione
20 ottobre 2010 15:04
Eye
  1287

AGROPOLI. Gli inviati di "Striscia la notizia" sono tornati sul luogo del misfatto cilentano. Proprio in questi minuti, infatti, la troupe del tg satirico di Canale 5 sta facendo di nuovo "visita" ai proprietari all’azienda zootenica di Agropoli, ubicata in località Moio, per denunciare il maltrattamento di cavalli ed altri animali da soma nelle stalle. Presenti sul posto, a quanto pare, anche i due proprietari: nonostante sia stato convalidato l'arresto in merito all'aggressione perpetrata proprio ai danni dell'inviato Edoardo Stoppa e degli operatori di Mediaset, sono stati rimessi in libertà in attesa del processo: le accuse sono violenza privata e lesioni personali dolose. In allerta i militari della Compagnia carabinieri di Agropoli, avvisati dalla troupe prima di effettuare il nuovo servizio sulle condizioni disumane nelle quali verserebbero gli animali di proprietà dell'azienda.

Sono state mostrate l'altra sera, a tutta Italia, le immagini delle botte rifilate alla troupe di "Striscia la notizia” dai due allevatori agropolesi, i quali hanno aggredito dapprima l’inviato e poi uno dei cameraman. Subito dopo è arrivata anche la moglie dell’uomo che, a sua volta, ha assalito l’operatore rubandogli la telecamera, che è stata poi usata dal marito per colpire Stoppa, minacciandolo ripetutamente di mandarlo all’ospedale. Detto, fatto. Gli inviati di “Striscia” sono stati trasportati al vicino ospedale civile dove i sanitari hanno diagnosticato cinque giorni di prognosi ad Edoardo Stoppa e quattro ai cameraman, come mostrano i certificati medici che lo stesso giornalista ha esibito davanti al nosocomio agropolese. Gran parte delle immagini ci sono state riproposte grazie ad una telecamera interna. I due aggressori furono tratti in arresto dai carabinieri della locale Compagnia, agli ordini del Cap. Raffaele Annicchiarico.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP