App icon stile
Stile TV HD
Canale 80
Sport
Gelbison-Messina, le ultime in casa dei rossoblu
Administratore Admin
08 ottobre 2011 12:00
Eye
  2030

VALLO DELLA LUCANIA. Sfatare un tabù che rischia di diventare insopportabile da digerire. La Gelbison, da quando l’11 settembre scorso ha rimesso piede nel rinnovato stadio di casa, il “Morra” di Vallo della Lucania, non è ancora riuscita a gonfiare la rete ed a regalare il primo urlo di gioia ai propri tifosi. Due pareggi, entrambi con risultato ad occhiali, contro le quotate Hinterreggio e Palazzolo, con un pizzico di rammarico per le occasioni sciupate, come il calcio di rigore sbagliato al 93’ da Sica contro i siciliani. I vallesi, per risolvere il problema dell’incisività sotto rete, puntano proprio sulla voglia di rivalsa del capitano rossoblu e di altri attaccanti, come Senè, e sul desiderio di riscattare la prima sconfitta del campionato, maturata a Cosenza. L’avversario di turno non è dei più facili. Al “Morra” arriva il Messina di Bertoni, orfano dei propri tifosi, ma con le sue qualità tecniche e con l’imperativo di vincere a fare da compagnia. Un ruolo che tocca a chi, come i peloritani, sono chiamati ad ottenere la promozione, in virtù del nome e degli sforzi fatti in sede di mercato. Ma la Gelbison fiuta l’impresa, ci proverà fino in fondo, anche per fornire concretezza al 4-3-3 di Emilio Longo che funziona fino ai sedici metri e poi, chissà perché, sembra incepparsi.  “Ci sentiamo amareggiati nel non poter ospitare i tifosi del Messina”. A parlare è il presidente della Gelbison Maurizio Puglisi che è dispiaciuto per la decisione presa dalla Prefettura di Salerno che ha deciso che la partita di domenica tra Gelbison e Messina si deve giocare senza tifosi ospiti. “Noi facciamo questo campionato anche per far conoscere il nostro territorio – dice Puglisi – e decisioni come questa sono inspiegabili perché producono solo un danno all’immagine di Vallo che vuole diventare una città. Per poter raggiungere un tale obiettivo c’è però bisogno di organizzare eventi di alta statura, ma evidentemente si reputa che noi cilentani non siamo all’altezza di poter ospitare manifestazioni di primo piano”. Il presidente però non si perde d’animo e spera che “…la decisione sia stata adottata solo per questa volta e non venga presa ogni volta che a Vallo deve venire una grande squadra".



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP