Licinella, casa di riposo posta sotto sequestro

Redazione
17 marzo 2010 17:32

4795

nas

 

Circa due settimane fa, il responsabile della casa di riposo ubicata in via Acqua Linora, in località Licinella di Capaccio, era già stato segnalato all’autorità giudiziaria per il riscontro di alcune anomalie nella struttura. I militari del Nucleo Antisofisticazione di Salerno, diretti dal capitano Walter Feniello, infatti, hanno rinvenuto cinghie, fasce e farmaci scaduti. Nuovi controlli hanno rilevato che anziani bisognosi di cure si trovavano nella struttura di Linora che non riesce a garantire l’assistenza necessaria. Per questo, i Nas hanno apposto i sigilli alla casa albergo per anziani, accogliendo le disposizioni del gip del Tribunale di Salerno, su richiesta del pubblico ministero. Al momento del sequestro, all’interno della struttura vi erano 28 assistiti, di cui 15 non autosufficienti. I pazienti sono stati trasferiti in strutture idonee dislocate nella provincia di Salerno.

Indagato anche un infermiere che, al momento del blitz dei Nas, ricopriva abusivamente la professione infermieristica, poiché interdetto temporaneamente nella sua funzione dal Tribunale di Vallo della Lucania. L’infermiere, infatti, è indagato insieme ad altri medici e paramedici del reparto di psichiatria del San Luca di Vallo della Lucania per il decesso di Francesco Mastrogiovanni, un insegnante cilentano morto il 4 agosto dello scorso anno nel reparto del nosocomio vallese in circostanze ancora del tutto non chiare.

 

Per visualizzare la notizia relativa alla denuncia del proprietario della casa di riposo, clicca qui.

commenti
consigliati