50 ANNI DOPO PRIMO TAGLIO DEL NASTRO
guarda il servizio

Capaccio Capoluogo, inaugurato nuovo impianto sportivo "Vaudano"

Francesco Vinci
21 novembre 2021 11:50

3752

CAPACCIO PAESTUM. Inaugurato questa mattina il nuovo impianto sportivo “Vaudano” di Capaccio Capoluogo. Un’opera attesa da un’intera comunità, che oggi ha risposto presente, affollando le nuovissime tribune coperte, abbellite da mille sediolini granata. Momenti di forte emozione al taglio del nastro, alla presenza del primo cittadino di Capaccio Paestum, Franco Alfieri, della squadra amministrativa e di autorità civili e militari. L’evento ricade nel cinquantesimo anniversario dell’inaugurazione del campo, avvenuta il 21 novembre del 1971. 

Cinquant’anni di partite per la Calpazio, che ha visto premiati i calciatori della stagione ’71-’72, squadra allenata dal leggendario Vincenzo Margiotta e presieduta dall’indimenticato don Alfredo Renna. E poi la Calpazio di oggi, con la squadra del patron Angelo Di Giovanni che ritroverà, alle 14:30 nel match di campionato di Eccellenza contro l’Agropoli, l’impianto di casa lasciato tre anni fa, dopo un lungo peregrinare tra i campi della provincia. 

Un profondo restyling per lo storico impianto capaccese, a cominciare dall’ adeguamento delle misure del rettangolo di gioco: le nuove dimensioni 105 metri X 62) permetteranno la disputa dei campionati di Serie D. Tra i numerosi interventi, la tribuna per tifosi ospiti e della tribuna per tifosi locali per un totale di circa 1.000 posti, con relativa realizzazione di nuove pensiline; il rifacimento dell’impianto di illuminazione a led; l’ampliamento dell’ingresso lato via Chiusa Di Leone per consentire l’ingresso ai mezzi di trasporto dei giocatori ospiti; la realizzazione del parcheggio per i tifosi ospiti; la realizzazione di reti di recinzione parapalloni; la biglietteria e i servizi igienici per portatori di handicap. Effettuati anche lavori strutturali come l’ampliamento o la nuova realizzazione di muri di contenimento nonché della rete di raccolta e smaltimento acque meteoriche. L’opera, programmata dal compianto sindaco Franco Palumbo e portata avanti dall’Amministrazione Alfieri, ha visto finalmente la luce, con la locale comunità e non solo, che potrà contare su un impianto sportivo moderno.

 

commenti
consigliati