IL PROGRAMMA

Capaccio Paestum, entro un mese al via sei nuovi cantieri sul territorio

Comunicato Stampa
17 gennaio 2022 11:58

3131

CAPACCIO PAESTUM. Sei nuovi cantieri per inaugurare il 2022. Al via domani, giovedì 20 gennaio, il primo di sei interventi previsti fino al prossimo 10 febbraio. Si parte alle ore 10.00, in via Crispi, per dare inizio ai lavori di ripristino del manto stradale in vari tratti all’interno del territorio comunale.

Il secondo cantiere sarà aperto lunedì 24 gennaio: si tratta dell’avvio del progetto di potenziamento e ammodernamento dell’impianto di illuminazione del campo sportivo Tenente Vaudano a Capaccio Capoluogo, in via Chiusa di Leone. Lunedì 31 gennaio parte il cantiere, nella zona del santuario della Madonna del Granato, per il progetto di riqualificazione ambientale e messa in sicurezza del costone roccioso Versante Ovest: l’obiettivo è evitare la caduta di massi sulla strada sottostante e rendere così più sicura la Sp 13a. Il 3 febbraio, in località Castagneto, iniziano i lavori di costruzione di un nuovo serbatoio idrico. Il 7 febbraio, sempre nella zona del santuario della Madonna del Granato, al via la riqualificazione ambientale e la messa in sicurezza del costone roccioso Versante Est. Infine, il 10 febbraio, parte un intervento che riguarda il ripristino e la messa in sicurezza della Villa comunale di Torre, nonché l’adeguamento dei suoi servizi igienici.

“Quelli che andiamo ad avviare nei prossimi venti giorni sono solo i primi sei cantieri di un anno che si preannuncia molto proficuo per Capaccio Paestum – afferma il sindaco Franco Alfieri – Si tratta di lavori tutt’altro che di secondo ordine: il rifacimento di varie strade del Comune, la mesa in sicurezza dei costoni rocciosi del monte sovrastante la Madonna del Granato, il potenziamento della pubblica illuminazione dello stadio del Capoluogo, la riqualificazione della villa comunale a Torre e la realizzazione di un nuovo serbatoio che risolverà definitivamente i problemi di approvvigionamento idrico di tanti cittadini. Tutto questo vuol dire impegno, attenzione, interesse e cura per ogni parte del territorio, per la Comunità e le sue esigenze. È il segno tangibile che siamo e saremo incessantemente al lavoro per la Città”.

commenti
consigliati