TERZA EDIZIONE

Capaccio Paestum, applausi ed emozioni al Festival "Mogol Battisti"

Comunicato Stampa
11 agosto 2022 00:00

825

CAPACCIO PAESTUM. Si è concluso ieri sera, alla Clouds Arena dei templi di Paestum, tra applausi ed “emozioni” la terza edizione del Festival Mogol Battisti organizzato dall' Associazione Paese Mio di Buccino, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Capaccio-Paestum, i patrocini della Regione Campania, Provincia di Salerno, il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni e con la collaborazione del Centro Europeo Toscolano (CET) di Mogol.La serata sulle note dell’orchestra diretta dal M° Gerardo Paesano, con gli arrangiamenti del M° Stefano Giuliano, ha condotto il pubblico nella musica più bella di Lucio Battisti e nella poesia di Mogol. Climax della serata: il pubblico ha intonato “Con il nastro rosa”, accompagnando con la voce il brano eseguito dal vivo dal M° Geoff Westley al pianoforte, special guest della serata nonché arrangiatore degli album Una donna per amico e Una giornata uggiosa. Sotto gli occhi attenti dei giurati, si sono esibiti ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia. Il vincitore assoluto del festival è stato Sebastiano Mocci di Quartu Sant’Elena, Cagliari, con “Io vivrò senza te”;  la giuria, capitanata da Mogol e Vince Tempera, insieme Massimo Bonelli (Musicista- Produttore- Direttore artistico Concerto 1° Maggio), Roberto Mancinelli (Talent scout e Ceo di IMean music), Roberto Marrone (Music Director- Fenix Entertainment), Geppino Afeltra (Produttore-Editore), Alfonsina Novellino (Ass.Aura Giffoni Film Festival), Valeria Saggese (Giornalista Musicale - Autrice e conduttrice radio e tv) e Giovanni Sciarrillo (Al Pacino-Look Maker Service RAI) ha scelto all’unanimità il primo classificato.

Il  premio della critica è andato a Giulia Casadei Baldelli di Ravenna con “Una giornata uggiosa”, il premio dell’interpretazione più originale è stato assegnato a Gli Spiantati arrivati da Milano con “Un’avventura”, mentre la menzione speciale assegnata da Geoff Westley l’ha guadagnata la giovane napoletana Giorgia Esposito con “Nessun dolore”. I conduttori Enza Ruggiero e Maurizio Casagrande, dopo aver invitato sul palco il patron Gregorio Fiscina e il Sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri hanno ricordato al pubblico l’importanza del nostro paese nel mondo con la musica e hanno invitato tutti alla quarta edizione. Il festival è stato organizzato con il partenariato del Parco Archeologico Paestum e Velia, l’Unione Nazionale Comunità Montane, il Centro Europeo Toscolano (CET) di Mogol, Grandi Festivals Italiani, Casa Sanremo e realizzato grazie agli sponsor Banca  Credito Cooperativo di Aquara, BMW - Gruppo Center-Salerno, Tecnoscuola, Arte5.0 e La Fiammante.

www.mogolbattisti.it

commenti
consigliati