CONCORSO D'IDEE

Capaccio Paestum, scelto il nuovo nome dell’ex tabacchificio: si chiamerà NEXT

Marilina Letizia
17 settembre 2022 09:30

6012

CAPACCIO PAESTUM. NEXT, ovvero ‘Nuova Esposizione Ex Tabacchificio’. Sarà questo, d’ora in avanti, il nuovo nome e marchio identificativo dell’imponente complesso di archeologica industriale sito a Borgo Cafasso di Capaccio Paestum, divenuto di proprietà del Comune e trasformato in un polo fieristico originale e richiestissimo. L’acronimo è stato scelto dall’Istituzione Poseidonia presieduta dall'avv. Riccardo Ruocco, che gestisce la struttura, dopo aver indetto lo scorso dicembre un apposito concorso d’idee aperto a studi grafici, aziende di comunicazione ed a tutti i cittadini.

Secondo le indicazioni del bando, il nominativo e relativo logo dovevano essere in grado di trasmettere un’idea d’innovazione e allo stesso tempo preservare l’identità dell’immobile, dall’importante valore storico-culturale, evitando di inserire il sostantivo ‘tabacchificio’ in maniera diretta. In tutto 10 le proposte ricevute: la valutazione è stata effettuata da un’apposita Commissione, composta da tre membri: la proposta vincitrice ha ricevuto un premio in denaro di 500 euro in cambio della cessione di tutti i diritti d’uso di nome e marchio.

LA CLASSIFICA FINALE

Al 1° posto si è classificato dunque lo studio Bemark srl di Salerno con ‘NEXT’, parola che in inglese vuol dire “prossimo, successivo” in contrapposizione dunque con “ex”.

Al 2° posto la nostra emittente StileTV Network di Capaccio Paestum, che aveva proposto invece ‘THUB’, quale unione perfetta di 4 concetti: la lettera “T” che ancora oggi identifica i tabacchi; il termine inglese “HUB” utilizzato per descrivere un qualificato “polo di aggregazione, raccolta e sviluppo” di idee, risorse, intelligenze e persone; la pronuncia “tab”, perfetta abbreviazione di ‘tabacchificio’, in modo da non cancellarne mai il ricordo ma incorporarlo in una parola più moderna e dinamica da utilizzare; e la lettera 'U' a richiamare la caratteristica forma della struttura.

Al 3° posto Giampaolo Olivieri con ‘Palazzo Fiere’; al 4° Lucia Odierna con ‘Fiera Cilentana’; al 5° Costabile Cerone con ‘Borgo Cafasso’; al 6° Pasquale De Santis con ‘Kapnos’; al 7° posto ex equo per Carmine La Cortiglia con ‘Novae Artes’, Giuseppe Pace con ‘Fierami’, Matilde D’Alessandro con ‘Opificio delle Idee’ e Giuseppe Artese con ‘Agorà’.

commenti
consigliati