NUBIFRAGI E MARE GROSSO

Cilento, arriva ciclone Poppea: Regione invia 5mila sacchi di sabbia e brandine

Redazione
21 novembre 2022 17:28

33269

CILENTO. Preoccupano non poco le previsioni meteorologiche previste per la giornata di domani, martedì 22 novembre: su tutta l’Italia, infatti, si abbatterà con tutta la sua forza il ciclone Poppea, una violenta perturbazione, proveniente dalla Francia, che porterà con sé copiose piogge torrenziali sulle regioni tirreniche, in particolare Campania e Calabria, dove non si escludono possibili bufere, nubifragi e alluvioni lampo. Previsti, inoltre, forti venti di burrasca con mareggiate intense sulle coste più esposte: nello specifico, sul litorale di Agropoli e Capaccio Paestum, e sulla costiera cilentana, è previsto mare forza 6 con onde alte fino a 6 metri (nel grafico). Una situazione che ha messo in allarme i titolari di lidi e strutture balneari capaccesi, molti dei quali stanno rinforzando le proprie strutture fronte-mare portando via suppellettili e attrezzature varie al fine di limitare il più possibile rischi e danni. Pronti ad intervenire tutti i nuclei di protezione civile delle regioni interessate, che hanno diramato allerta meteo arancione. Durante temporali e mareggiate, è sconsigliato uscire di casa, se non per casi di estrema necessità. In calo anche le temperature.

Intanto, 5mila sacchi di sabbia sono stati consegnati questo pomeriggio dalla Protezione Civile della Regione Campania ai Comuni di Agropoli e Santa Maria di Castellabate, i più colpiti dai temporali di questi giorni in Cilento per poter fronteggiare la nuova ondata di maltempo prevista a partire dalla mezzanotte. A Santa Maria di Castellabate sono stati anche consegnati, dalla stessa protezione civile regionale, 50 brandine con lenzuola e coperte nel caso in cui il Comune decidesse di procedere alla evacuazione di alcune abitazioni esposte al rischio idraulico poiché ubicate in prossimità di corsi d'acqua esondati.

Complessivamente in questi due giorni sono stati circa 300 i volontari regionali impegnati con mezzi speciali (idrovore, pompe, moduli idrogeologici, escavatori, gommoni, torri faro e bobcat) per riportare la situazione alla normalità. Interventi con mezzi speciali regionali sono stati effettuati anche con il supporto delle squadre di Sma Campania. In mattinata sopralluoghi tecnici sono stati effettuati dal Genio Civile regionale competente per la provincia di Salerno. La Protezione Civile regionale, attraverso la Sala Operativa, è attiva h24 e segue l'evolversi della situazione. Si ricorda ai Sindaci di attivare i Centri Operativi Comunali, come previsto dalla vigente normativa e di prestare attenzione agli eventuali ulteriori avvisi.

commenti
consigliati