SU RICHIESTA DELLA DDA

Presunto ‘Sistema Cilento’: archiviate tutte le indagini anche su Adamo Coppola

Alfonso Stile
24 novembre 2022 13:31

1019

AGROPOLI. Dopo Pasquale Mirarchi e Franco Alfieri, nell’ambito dell’indagine sul presunto ‘Sistema Cilento’ condotta nel 2019 dalla DIA di Salerno su delega della locale Procura Antimafia, questa mattina è stata notificata l’archiviazione da parte del gip del Tribunale salernitano, su richiesta dei magistrati della DDA, anche per Adamo Coppola, all’epoca dei fatti sindaco in carica di Agropoli: anche per lui, pendevano le ipotesi accusatorie di voto di scambio elettorale politico-mafioso, turbata libertà degli incanti e corruzione con l’aggravante del metodo mafioso, in concorso con altri indagati. 

“Mi è stato notificato stamane il decreto di archiviazione delle indagini avviate dalla DIA nel 2019 - ha scritto Coppola sui social - ho avuto massima fiducia nella giustizia, in ogni istante, e non avevo dubbi che saremmo arrivati a questo esito. La mia azione amministrativa è stata sempre orientata alla legalità e non sono mai sceso a compromessi, al contrario sono stato l’unico a denunciare episodi di violenza e criminalità ogni qualvolta si sono presentati. Purtroppo sono dovuti trascorrere tre anni per chiudere questa indagine, un periodo che, ammetto, non è stato semplice per me e le persone che mi sono vicine. Ora dobbiamo guardare avanti. Continuerò il mio impegno per il progresso di questo territorio con ancora più entusiasmo!”. Anche a Coppola è stato restituito tutto il materiale probatorio sequestrato dall’Antimafia, nel maggio del 2019, presso il suo ufficio in municipio e a casa propria.

commenti
consigliati