Sport
Serie D - Agropoli, difesa torna al completo, Gelbison, Senè c'è
Marco Rizzo
19 settembre 2012 16:16
Eye
  2109

AGROPOLI. Dall’emergenza alla possibilità di avere numerose varianti. In difesa, Salvatore Nastri adesso soffre di una piacevole abbondanza. Domenica prossima i delfini vogliono riscattarsi contro il Cosenza. Un altro big-match all’orizzonte contro la squadra silana di Gagliardi che ha ripreso quota con due vittorie consecutive, dopo il mezzo passo falso interno al debutto contro la Nissa. L’Agropoli sa di essere già ad un punto cruciale del torneo: la beffa di Messina ha bisogno di una risposta immediata e l’assist dell’incontro al “Guariglia” va preso al volo e capitalizzato. Ritrovati Calabuig e Montano, reduci dalla giornata di stop per squalifica, e con l’inserimento del terzino destro Altobello, Nastri non avrà problemi nell’allestire il pacchetto arretrato. Landolfi si è dimostrato eccellente anche da centrale al fianco di Parisi, annullando bomber del calibro di Cocuzza e Corona, mai veramente pericolosi dalle parti di Capozzi, con il portiere che si gioca da oggi il posto con il rientrante Muro, che ha finito di scontare la sua di squalifica per il caso che l’ha visto protagonista la passata stagione. Il tecnico biancazzurro potrà inoltre scegliere in questi giorni di lavoro al “Torre”, assieme ai suoi, quale schema opporre ai calabresi. Le ipotesi sono due: o la conferma del 4-3-3 sperimentato al “San Filippo”, o il ritorno al collaudato 4-3-1-2. Ciò che è certa è la volontà di riprendere subito il filo delle vittorie, regalarsi una domenica di gioia assieme ai tifosi, e ribadire che l’Agropoli può lottare fino alla fine per un ruolo da protagonista del girone.

 

GELBISON, BOMBER SENE’ A DISPOSIZIONE PER TRASFERTA DI PALAZZOLO

VALLO DELLA LUCANIA. La Gelbison avrà a disposizione bomber Senè per domenica a Palazzolo. L’attaccante senegalese ha sofferto di dolori alla schiena, una condizione che si è fatta sentire anche tre giorni fa, quando il coloured, insostituibile e in stato di grazia, ha lasciato il campo sostituto da Santonicola al quarto d’ora della ripresa. Uno stato di cose che però non inficerà sulla sua presenza nella tappa siciliana che per Alessandro Erra e i rossoblu può rappresentare, a seconda dei punti di vista, un nuovo lancio nelle parti alte della classifica e un altro passo verso i punti che servono per la permanenza. Stanno tutti particolarmente bene, tra i vallesi. Anche Alessio Galantucci ha completamente recuperato e non preoccupano nemmeno gli acciacchi di Manzo, con il centrale difensivo sempre più a suo agio con l’esperto Pascuccio a difesa di Spicuzza. Oltre alla gloria e alle pagine da scrivere sulla coppia Galantucci-Senè, un passaggio importante va dedicato anche alle ottime cose mostrate dalla difesa della Gelbison, colpita tre volte in altrettante partite, ma mai sottoposta ad affanni e problemi particolari. I gol subiti sono sembrati più episodi che hanno messo fuori causa Spicuzza che ascrivibili a leggerezze o sbavature di interpreti che hanno fornito finora una grande mano al resto della squadra, brava poi a fare da filtro a centrocampo e a raccogliere in avanti con i due bomber, che hanno messo a segno cinque delle sei reti realizzate dai rossoblu. La sesta è figlia di un autorete, quella di Cordima del Città di Messina.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP