Sport
Battipagliese-Ebolitana allo stadio Arechi a porte chiuse
Alfonso Stile
10 aprile 2010 09:10
Eye
  9341

Calcio

 

Dopo una settimana intrisa di polemiche e colpi di scena, alla fine la supersfida Battipagliese-Ebolitana 1925 è stata dirottata addirittura nel principe degli impianti della provincia, ovvero lo stadio “Arechi” di Salerno, dove si disputerà questo pomeriggio (ore 16:00) rigorosamente a porte chiuse, alla presenza di una folta schiera di agenti delle forze dell’ordine. Una decisione giunta nella mattinata di ieri, al termine di un incredibile tourbillon di variazioni: quando il “Sant’Anna” di Battipaglia sembrava praticamente cosa fatta per una lunga serie di ragioni inerenti le più basilari norme di equità sportiva, visto che il match di andata di era disputato al “Massaioli” di Eboli, per motivi di ordine pubblico si era poi optato, giovedì sera, per il “Marcello Torre” di Pagani su disposizione della questura di Salerno. Immediato il dissenso della Battipagliese, la quale, in un’autentica corsa contro il tempo, ha protestato ufficialmente attraverso un fax inviato dal sindaco Santomauro alla prefettura, nella tarda serata di giovedì, denunciante alcuni incresciosi episodi avvenuti l’anno scorso proprio a Pagani (ove il match si disputò) e la presunta commistione tra i componenti della dirigenza dell’Ebolitana e della Paganese. Così, alla fine, la scelta è ricaduta sull’Arechi all’ultimo minuto. Al riguardo, ironico il comunicato stampa diffuso dalla società bianconera, che ha “ringraziato” il prefetto di Salerno, i sindaci e il Comitato campano, per “aver mantenuto la parola data” e lamentando che “la legge è uguale per tutti, non per la Battipagliese”. Indignazione nella città capofila della Piana del Sele, dove però al tempo stesso fervono i preparativi per celebrare l’agognato salto di categoria di capitan Maurizio Coppola e compagni dopo cinque anni. A chiudere ogni polemica, però, ci ha pensato il carismatico allenatore delle zebrette, Pasquale Santosuosso: “Sono cose che dispiacciono e purtroppo succedono. Ne prendiamo atto senza avvilirci. Anzi. Ci caricano di maggiori stimoli per disputare una grande partita contro un’Ebolitana che, come noi, ha tutte le carte in regola per andare in serie D. Noi siamo primi in classifica con cinque punti di vantaggio a tre gare dal termine, toccherà quindi a loro il compito di attaccare. Si giocheranno il tutto per tutto, ma noi scenderemo in campo mentalmente più liberi, decisi a sfruttare appieno gli spazi che ci concederanno, mantenendo alta la concentrazione”. L’Ebolitana cara al presidente Armando Cicalese, intanto, proprio ieri ha dovuto purtroppo ingoiare l’amara notizia dell’eliminazione dalla fase finale della Coppa Italia dilettanti, visto che il sorteggio tenutosi a Roma ha favorito i pugliesi del Nardò, che ora affronteranno il Rende: al tecnico Salvatore Nastri, privo di Pecora nel big match contro la Battipagliese, il compito di puntare alla serie D solo attraverso il campionato o, eventualmente, i play off. Nel quadro della ventisettesima giornata del girone B del campionato di Eccellenza, infine, queste le altre partite previste dal calendario per oggi pomeriggio, tutte in contemporanea come previsto dal Regolamento della Figc per gli ultimi quattro turni del campionato: in evidenza le gare Agropoli-Giorgio Ferrini Benevento e Campagna-Ippogrifo Sarno, visto che i delfini di Carmine Turco ed i sarnesi del bomber Squitieri sono ad un passo dai play off; il derby Real Poseidon-Gelbison Cilento Vallo consentirà ai pestani di tenere accessa l’ultima fiammella di speranza per la post season; imperativo è vincere il Baia 2006 a Serino per evitare la lotteria dei play out; a chiudere Felice Scandone Montella-Striano (a porte chiuse in quel di Nusco), Castel San Giorgio-Vis Nocera e Solofra-Real Irpinia.



Logo stiletvhd canale78
Immagine app 78
SCARICA
L’APP