Giudiziaria
NELLE MARCHE
NELLE MARCHE
Furto in una gioielleria: in carcere esponente del clan Marotta di Agropoli
Antonio Vuolo
26 aprile 2023 08:33
Eye
  8753

AGROPOLI. Trasferta nelle Marche, a fine gennaio, per rubare in una gioielleria. A finire nei guai Silvana Marotta, 50enne di etnia rom appartenente al noto clan Marotta di Agropoli, arrestata dai carabinieri con l’accusa di furto aggravato. Nei confronti della donna, su richiesta del Gip del Tribunale di Ascoli Piceno, Annalisa Giusti, è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere, ragion per cui è stata tradotta presso la casa circondariale di Fuorni a Salerno. La Marotta, rappresentata dagli avvocati Antonio Mondelli e Giuseppe Della Monica, è accusata di aver sottratto indebitamente monili in oro, per un valore pari a 3.500 euro, all’interno di una gioielleria di San Benedetto del Tronto (nella foto). I fatti risalgono allo scorso 31 gennaio quando la donna, insieme ad un complice, il figlio (per il quale si procede separatamente), è entrata all’interno del negozio di preziosi e, dopo aver distratto i titolari dell’attività, ha sottratto dal bancone diversi oggetti di valore nascondendoli nelle maniche del cappotto. Sono stati gli stessi proprietari a sporgere subito denuncia nei confronti dei due, lamentando la mancanza di diversi bracciali in oro giallo. Ai fini dell’attività investigativa, condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile di San Benedetto del Tronto e dai colleghi della Stazione di Porto d’Ascoli, sono state fondamentali anche le immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza della gioielleria, attraverso la quale si vede chiaramente il modus operandi di madre e figlio. La 50enne, pluripregiudicata per reati contro il patrimonio, è stata così tradotta presso la casa circondariale salernitana.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP