App icon stile
Stile TV HD
Canale 80
Sport
Gelbison abbatte Acr Messina, l'Agropoli crolla a Ribera
Marco Rizzo
05 novembre 2012 16:07
Eye
  1920

GELBISON, SORPASSO: VALLESI AL SECONDO POSTO. NUOVO CROLLO AGROPOLI
È nell’abbraccio tra Niccolò Pascuccio e capitan Luca Pecora (nella foto) l’essenza della nuova impresa condotta dalla Gelbison di Alessandro Erra. 2-0 alla corazzata Acr Messina, scavalcata in classifica. Rossoblu al secondo posto e pronti domenica al match del “San Vito” contro la nuova primatista, il Cosenza, distante un solo punto. Un’altalena in vetta al girone I, con l’ennesimo copione di un entusiasmante film che è andato in scena ieri al “Morra” di Vallo della Lucania. Strapieno, con più di mille spettatori, e con la pioggia che non incide sulla super prestazione della Gelbison, che con un gol per tempo, la splendida rovesciata di Alessio Grimaudo (terzo centro per lui) e la quinta marcatura di Senè nella ripresa, regala l’ennesima giornata di gioia a tifosi e società con il presidente Antonio Piccininno che dedica questo magic moment a “tutta la gente di Vallo della Lucania”. Domenica, quindi, nuova esaltante tappa in casa dei silani di Gagliardi che con Guadalupi e bomber Mosciaro (sempre re dei goleador) sbancano il campo della Vibonese di Soda. Derby a senso unico e Cosenza in festa. Se l’Acr Messina di Gaetano Catalano scende al terzo posto, l’altra squadra dello Stretto, il Città di Messina di Pasquale Rando continua a vincere al “Celeste” superando per 3-2 il fanalino di coda Noto e vola al quarto posto solitario, ad un solo punto dai più blasonati giallorossi. Il Savoia di Salvatore Amura resta in zona play-off e a quattro punti dal vertice dopo lo 0-0 nel derby del “Lamberti” contro la Pro Cavese di Mario Pietropinto che resta sempre troppo lontana dalle zone che contano. Matura un “giallo” per la doppia ammonizione al calciatore metelliano Cerquetani che però non ha abbandonato il campo da gioco. Si valuta anche una ripetizione del match per errore tecnico. Intanto resta bloccata la classifica dell’Agropoli. I delfini di Salvatore Nastri (che torna in discussione) perdono dopo quattro risultati utili di fila sul campo in terra battuta di Ribera, dove la matricola sicula vola grazie a Pollina e i cilentani non trovano il gol per l’imprecisione sotto rete di bomber Mallardo. Per i biancazzurri la vetta è distante otto punti. Risalgono posizioni Ragusa, che vince il derby di Palazzolo Acreide (1-0) e Comprensorio Montalto Uffugo, con la matricola calabrese di Franco Giugno che si sbarazza per 3-0, a Paola, dell’Acireale. Torna a vincere, a Paternò, anche il Comprensorio Normanno che rifila un secco 4-1 alla Nissa, mentre il Licata di Romano sembra averci preso gusto: terzo successo di fila, con il blitz (2-1) in casa del Sambiase a Lamezia Terme.


ECCELLENZA: PAREGGIA IL REAL TRENTINARA, SCONFITTA PER LA CALPAZIO
Un pareggio ed una sconfitta. Questo il bilancio di Real Trentinara e Calpazio nell’ottavo turno del girone B di Eccellenza. Entrambe impegnate al “Vaudano”. Sabato, la matricola di Gaetano Voza ha pareggiato (2-2) contro il Vico Equense. Sotto di un gol, è arrivata la riscossa con Sica e Campione, prima della rete di Di Benedetto. Real Trentinara a sedici punti, a meno cinque dal Torrecuso capolista. Sconfitta, con recriminazioni e proteste per la direzione di gara dell’arbitro Carotenuto di Torre Annunziata, per la Calpazio del duo Solimeno-Polverino che cede per 3-1 contro la Sianese. Inutile il gol di Antonio Pecora, perché la squadra dell’Agro ha ribaltato il risultato. Capaccesi nuovamente risucchiati nelle parti basse del girone.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP