Ambiente
CONTROLLI DEI CARABINIERI
CONTROLLI DEI CARABINIERI
Capaccio Paestum, abusi edilizi nel complesso storico di Villa Salati: denunciato il proprietario
Alfonso Stile
20 novembre 2023 18:37
Eye
  5725

CAPACCIO PAESTUM. Abusi edilizi all’interno di Villa Salati, nel cuore dell’area archeologica di Paestum. Nell’ambito di mirati controlli d’iniziativa, i carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, diretti dal lgt. Giuseppe D’Agostino, hanno eseguito il sequestro preventivo, per violazioni al Testo Unico Edilizia (art. 44 del DPR 380/01) e della Legge 220/57, di due dei sei immobili di pregio storico che compongono la fattoria settecentesca, edificata a soli 200 metri dal Museo Archeologico Nazionale di Paestum ed a 100 metri dal tempio di Nettuno. Nello specifico, si è dato luogo a ristrutturazioni, con la realizzazione di opere murarie e travi in cemento armato, in assenza di regolare permesso a costruire ed autorizzazioni paesaggistiche. A coordinare l'attività la Compagnia di Agropoli, agl'ordini del cap. Giuseppe Colella.

Denunciato, per abusi edilizi, il legale rappresentante della società che per 4 milioni di euro, nel febbraio del 2016, acquistò l’immobile ed annesso giardino dai proprietari Cecilia Leone e Evelina Iannitti Salati: trattandosi di un complesso di valore storico e culturale, ai sensi del D.lvo 42/2004, il competente Ministero e gli enti pubblici interessati potevano, però, esercitare il diritto di prelazione sull’acquisto, entro 60 giorni dalla comunicazione dell’atto, allo stesso prezzo stabilito nella procedura di alienazione, che divenne per questa ragione di dominio pubblico. Con delibera di Giunta n. 185 del 30/05/2016, l’Amministrazione comunale retta dall’allora sindaco, Italo Voza, manifestò l’intenzione di acquisire Villa Salati, approvando un atto prodromico per l’esercizio del diritto di prelazione, ma l’ente civico non riuscì a reperire i fondi necessari nei tempi previsti. La scorsa estate, a seguito di apposita convenzione, la società proprietaria del compendio ha concesso l'uso del giardino in comodato modale al Comune, al costo di 5.000 euro annui, al fine di usarlo come location per l'organizzazione di eventi culturali ed artistici. 



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP